3.9 C
Napoli
lunedì, 6 Febbraio 2023

Vallo della Lucania: rinviata operazione anziana

A Vallo della Lucania (Salerno), a causa di disguidi tecnici, non potrà essere operata un'anziana di ottantun anni.

Da non perdere

All’ospedale San Luca di Vallo della Lucania, il personale operante non dispone delle attrezzature adatte ad eseguire una tac.

A segnalare il problema è stata la figlia di una donna ottantunenne ricoverata nella struttura il 2 giugno 2018, mediante il pronto soccorso.

L’anziana doveva essere sottoposta ad un intervento finalizzato a sanare la frattura del suo omero, ma giunto il giorno dell’intervento, le è stato comunicato che i medici erano impossibilitati ad operarla.

La Tac non era funzionante e prima di poter mettere mano sull’arto della donna, dovevano essere svolti molti più esami, tesi a verificare le reali condizioni e necessità della paziente.

I medici prestanti servizio all’interno dell’ospedale sono preparati e competenti ma sono costretti ad operare privi di dispositivi adeguati per svolgere analisi ed esami.

Gli stessi esponenti del movimento 5 stelle cilentano si chiedono come sia possibile che tali dottori rendano i loro servizi in quelle situazioni: i portavoce del movimento hanno anche rammentato al direttore del San Luca, Adriano De Vita, che nel gennaio scorso fu ordinato l’acquisto di tre tac, una delle quali destinata proprio al complesso vallese.

Le decadenti strutture ospedaliere e non costituiscono un altro dei tanti dilemmi che affliggono il Sud Italia e in particolar modo la Campania, rendere servizi indispensabili diventa quindi difficoltoso.

Abbandonati alle proprie sorti, i cittadini italiani devono spesso combattere in situazione sgradevoli, in complessi fatiscenti e sprovvisti di quegli espedienti tecnologici che dovrebbero abbondare in un Paese civile e sviluppato.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli