4shared
5.6 C
Napoli
domenica, 23 Gennaio 2022

Uso corretto del cellulare, regolamentazione in 6 mesi

Sei mesi, il termine ultimo che i ministeri dell’Ambiente, dell’Istruzione e della Salute hanno concordato per esprimersi e dare il via ad una campagna informativa riguardo il corretto uso del cellulare, e dei dispositivi elettronici in generale, per non danneggiare la salute.

Da non perdere

Emanuele Marino
Giornalista pubblicista, nonché studente universitario iscritto alla facoltà di Lettere Moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II

Cellulari, PC, tablet, i dispositivi elettronici ci accompagnano nella vita quotidiana ormai da anni, includendo nell’ultimo periodo anche bambini nelle più tenere età. Purtroppo la tecnologia non ha sempre risvolti positivi, o meglio ad essi si aggiungono, in maniera non trascurabile, aspetti negativi che influiscono sulla salute e sull’ambiente circostante. Ad oggi non esiste una regolamentazione ben precisa che limiti o che abolisca l’uso di determinati dispositivi, regolamentazione la cui necessità tende a farsi sentire in maniera sempre maggiore, tanto da spingere i ministeri preposti a riunirsi e prendere delle decisioni.

Sei mesi, il termine ultimo entro il quale si saprà come utilizzare in maniera corretta del cellulare e dei dispositivi elettronici, al fine di non danneggiare la salute, data entro la quale dovrà partire anche una campagna informativa, in base a quanto concordato dal ministero dell’Ambiente, in accordo con il ministero dell’Istruzione e quello della Salute.

La la tabella di marcia è stata definita grazie ad una Sentenza del Tar Lazio la quale ha accolto e dato riscontro a un ricorso presentato dall’Associazione per la prevenzione e la lotta all’elettrosmog. 

“Il Ministero dell’Ambiente, il Ministero della Salute ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ciascuno per il proprio ambito di competenza, provvedano (nei termini e con le modalità indicate in motivazione) ad adottare una campagna informativa, rivolta alla intera popolazione, avente ad oggetto l’individuazione delle corrette modalità d’uso degli apparecchi di telefonia mobile (telefoni cellulari e cordless) e l’informazione dei rischi per la salute e per l’ambiente connessi ad un uso improprio di tali apparecchi”, in base a quanto riscontrabile all’interno del testo dei Giudici amministrativi.

Nessuna opposizione è giunta dai dicasteri citati.

“I tre ministeri recepiscono con favore la decisione giurisdizionale, convinti della necessità di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema e di promuovere misure di prevenzione. I ministeri sono già al lavoro per la costituzione di un tavolo congiunto che avrà la finalità di dare seguito a quanto deciso dai giudici amministrativi”, come si può leggere in una nota congiunta.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli