USA: via libera al viagra femminile

viagra_21secolo

Un gruppo di consiglieri della Food and Drug Administration ha chiesto all’agenzia che controlla la sicurezza del cibo e dei medicinali di approvare l’uso del viagra femminile, una pillola che permette alle donne di far fronte al calo del desiderio aumentando la libidine. Il gruppo di esperti ha votato con 18 voti a favore e 6 contrari, sostenendo tuttavia la necessità di eliminare gli effetti collaterali del farmaco, a base di flibanserina, una molecola sintetizzata in Italia alla fine degli anni ’90, prima che questo entri in commercio.

viagra_21secoloLa pillola rosa, che deve essere assunta ogni sera, è prodotta da Sprout Pharmaceuticals: il gruppo americano con sede in North Carolina sostiene che il 7% delle donne in pre-menopausa soffra di un calo del desiderio sessuale. Il farmaco tuttavia è stato rigettato già due volte dalla Fda sostenendo che i benefici fossero minimi rispetto ai rischi. Il primo “no” è arrivato nel 2010, quando la stessa commissione lo aveva bocciato. Dopo il secondo pollice in basso, nel 2013, alcune donne si sono unite e insieme a Sprout hanno lanciato una campagna (Even the Score) di sensibilizzazione per fare pressioni sulla Fda. Il gruppo sostiene che le autorità americane abbiano discriminato le donne, visto che hanno approvato il viagra e altri farmaci per gli uomini con disfunzioni sessuali.

Tuttavia, molti studiosi continuano a opporsi al farmaco: Adriane J. Fugh-Berman della Georgetown University ha definito la flibanserina “un mediocre afrodisiaco con spaventosi effetti collaterali”. Ha inoltre ricordato che i test clinici sono stati fatti su donne in salute, ma che una volta in commercio il medicinale sarà usato da un ampio numero di donne. Gli effetti collaterali includerebbero anche sintomi di eccessiva stanchezza, pressione sanguigna bassa ed improvvisi mancamenti.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO