Uova in Purgatorio, antica ricetta napoletana facile e veloce Come preparare le uova in Purgatorio, piatto delizioso e anche economico della tradizione napoletana

Le uova in purgatorio sono un piatto napoletano delizioso, facile da realizzare ed anche a basso costo: si tratta di uova cotte nella salsa di pomodoro, ideali per una cena in famiglia all’ultimo minuto. Questa ricetta è molto antica e richiede solamente 10 minuti, ma il successo è assicurato.

Il nome napoletano “ova ‘mpriatorio”, è dovuto al contrasto tra il bianco dell’uovo ed il rosso del pomodoro in riferimento al bianco delle anime del Purgatorio avvolte dal rosso delle fiamme dell’inferno.

Le uova in purgatorio possono essere cucinate in vari modi: con i peperoni  facendo cuocere quelli rossi e/o gialli tagliati a striscioline insieme alla passata di pomodoro per poi proseguire con la classica ricetta, o con i piselli, amatissimi dai bambini.

La cottura può anche essere al forno, ma attenzione ai tempi.

Affiché le uova siano facilmente digeribili raccomandiamo di non farle cuocere troppo. Vediamo quindi quali sono gli ingredienti e il procedimento per cucinare le buonissime ova ‘mpriatorio in dosi per 4 persone.

INGREDIENTI
  • 4 uova fresche
  • 400 g. di pomodori pelati spezzettati
  • olio extra vergine di oliva
  • pepe
  • parmigiano reggiano
  • 1 spicchio di aglio
  • sale
  • basilico o prezzemolo
PROCEDIMENTO

In una padella abbastanza larga mettete l’olio e fate imbiondire l’aglio. Aggiungete i pomodori e fate cuocere a fiamma dolce per 10 minuti, mettete il sale e il pepe. Dopo aver tolto l’aglio, prendete i pomodori e in ognuno formate un buco in cui andrete ad inserire 1 uovo intero senza romperlo. Fate cuocere con coperchio a fuoco lento fino a quando l’albume si rapprende, per circa 5-8 minuti. A fine cottura, aggiungete un pizzico di sale e di pepe sulle uova, aggiungete basilico o prezzemolo tritato e una spolverata di parmigiano.

Vi assicuriamo che non potrete fare a meno della scarpetta. Cosa aspettate a provare questa ricetta semplicissima e gustosa?

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories