Uomo arrestato a Capua per un arsenale in casa Un uomo di S. M. Capua Vetere, di 63 anni, è stato arrestato per aver creato un arsenale di armi nella propria abitazione.

Nelle ultime ore, è stata effettuata una scoperta che ha destato molto scalpore, un episodio avvenuto a Santa Maria Capua Vetere, una città in provincia di Caserta. Un uomo, di 63 anni, è stato arrestato con l’accusa di detenzione illegale, presso la propria abitazione, di armi, di munizioni, sia comuni che da guerra, e ricettazione.

Una scoperta sconcertante soprattutto per la quantità di armi rinvenute nella sua abitazione. Una varietà piuttosto singolare, che si può definire un vero e proprio arsenale.

Le forze dell’ordine hanno, infatti, trovato una quantità sorprendente di armi di ogni genere, quali, quattro fucili, pugnali e baionette, che sommati risultano essere cinquantasette pezzi, proiettili di vario calibro, polvere pirica, serbatoio, ben undici pistole e altre sei di vario tipo, tre pistole lanciarazzi e tre pistole mitragliatrici, un silenziatore e tre sciabole.

Il 63 enne, non solo era in possesso della vastità e quantità di armi sovra citate, ma, nel deposito sono stati rinvenuti anche vari ricambi di armi e macchinari tipici, cioè una strumentazione specifica per la modifica e la ricarica di  munizionamento del vasto materiale posseduto.

L’ingente e variegato quantitativo di armi è stato trovato dalle forze dell’ordine, i Carabinieri di Santa Maria Capua Vetere, che hanno provveduto a mettere sotto sequestro l’intero arsenale trovato nel deposito.

L’uomo, una volta scoperto dai Carabinieri, non solo ha tentato la fuga, ma, per di più, per tentarle tutte e salvarsi in extremis, ha provato “un’ultima spiaggia”. L’uomo, infatti, ha persino pensato di ingoiare la chiave che apriva la serratura della porta del deposito, per impedire, così facendo, l’accesso al luogo dove custodiva tutto il proprio arsenale.

Nonostante i vari piani escogitati, tutti i tentativi per salvarsi sono stati vani, in quanto, l’uomo è stato bloccato, arrestato e condotto presso la struttura carceraria di Santa Maria Capua Vetere.

 

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories