23.1 C
Napoli
sabato, 24 Settembre 2022

UNARMA: “ALLE URNE SERVONO PROGETTI, NON BUONE INTENZIONI SULLE FORZE DELL’ORDINE”

Da non perdere

*SICUREZZA. UNARMA: “ALLE URNE SERVONO PROGETTI, NON BUONE INTENZIONI SULLE FORZE DELL’ORDINE”*

“La parola sicurezza non è un feticcio per raccogliere voti ma un bisogno concreto del Paese, su cui bisogna fare massima attenzione se si promette ai cittadini di cambiare le cose: sono anni che il comparto difesa e sicurezza convive con disagi amministrativi, economici e gestionali, che non vogliamo siano strumentalizzati dalla retorica elettorale” – è il commento di Antonio Nicolosi, segretario generale di Unarma, il più antico sindacato dell’Arma dei carabinieri, riguardo alle proposte elettorali dei partiti in corsa per il 25 settembre – “Dai programmi delle diverse liste leggiamo tanti buoni propositi che contribuirebbero a rafforzare l’ordine pubblico e a migliorare le condizioni di lavoro degl appartenenti alle forze di polizia, come l’adeguamento dell’organico delle Forze dell’Ordine (oggi solo l’Arma è sotto organico di 7.000 unità), migliorare le condizioni salariali e i turni lavorativi, fino ad aumentare lo stipendio del 30%. Tutte queste proposte, se non si scontrano con una progettualità finanziaria, per Unarma sono l’ennesima promessa fatta al vento, che illude il personale, oggi più che mai inascoltato e sotto stress: quando si chiede una polizia trasparente, forte e a misura di cittadino, rafforzando gli strumenti a disposizione delle Forze dell’Ordine, bisogna prima di tutto specificare come, quanto ed entro quando le risorse saranno erogate. Abbiamo bisogno di risultati e certezze concrete per sentirci al sicuro e rappresentati”.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli