23.8 C
Napoli
giovedì, 26 Maggio 2022

Un terribile schianto danneggia ristorante in città, il proprietario: “Io mi rialzo”

Un terribile boato a Fuorigrotta, tanto scompiglio, confusione, la paura negli occhi dei presenti. L'esplosione è avvenuta nello spazio esterno del ristorante "Dal Delicato", che ha riportato svariati danni.

Da non perdere

Uno schianto, poi grida terrorizzate, persone che si riversano in strada e che, con tanta amarezza, contemplano l’accaduto. E’ successo a Napoli, dove un’esplosione ha gravemente danneggiato gli arredi, la pedana, tavoli e sedie, persino due vetrate di un ristorante; inoltre, l’esplosione ha colpito anche il portone di un edificio a poca distanza e due vetture parcheggiate nei paraggi.

Un terribile schianto terrorizza gli abitanti di Fuorigrotta

Una eco potentissima, che ha fatto tremare di paura gli abitanti del quartiere Fuorigrotta; i più lontani hanno pensato ad una scossa di assestamento, mentre quelli vicini hanno compreso subito la gravità della situazione: era una bomba.

L’esplosivo è stato posizionato all’ingresso del ristorante “Dal Delicato”, ubicato in Caio Duilio, in una zona residenziale, a poca distanza da altre abitazioni. Molto probabilmente, chi ha piazzato l’ordigno ha usato un radiocomando.

L’ordigno, probabilmente una bomba carta, è stato posizionato e fatto esplodere alle 4 del mattino. Dopo il fragoroso schianto, sul posto, sono giunti i poliziotti del comando San Paolo. L’ordigno si trovava in una fioriera, in un punto dove solitamente si accomodano i clienti.

L’esplosione è presente nei filmati della videosorveglianza delle attività del posto. Nelle immagini si distingue una figura che si avvicina allo spazio esterno del ristorante e deposita qualcosa nella fioriera, qualche minuto dopo si verifica lo schianto.

Questo spazio di qualche minuto, si potrebbe spiegare con la presenza di una miccia molto lunga, ma non si esclude la possibilità che la sagoma nel video abbia utilizzato un radiocomando per innescare l’esplosione.

Le parole del titolare del ristorante, Stefano Martino, dopo l’esplosione

Il titolare del ristorante, Stefano Martino, viene da una famiglia di ristoratori napoletani, con altre a Mergellina e a San Giorgio a Cremano.

L’uomo è ha rilasciato la propria versione dei fatti alle forze dell’ordine. Ha affermato di non aver mai ricevuto minacce di nessun tipo.

Il ristorante, inaugurato poco più di un mese fa, ha riportato diversi danni. non si esclude, che l’attacco possa rientrare in un qualche tipo di racket. Martino, ha pubblicato un post su Facebook nel quale ha reso noto che il ristorante è aperto:

“Oltre alle difficoltà che comporta l’apertura di una nuova attività c’è da affrontare il Covid, ma ero preparato e consapevole del momento storico che stiamo vivendo. Ma questo no, questo non è giusto, nessuno merita di ricevere una cattiveria del genere. La voglia di andare via e mollare questa città, ma poi dico a me stesso di non mollare. La vergogna non è cadere, ma non avere la forza di rialzarsi. Ed io mi rialzo anche stavolta, ancora una volta. Non so quando, ma prima o poi la Napoli vera, quella buona e altruista, avrà la meglio su quella violenta e prepotente. Colgo l’occasione per ringraziare Amici e Clienti per i tanti messaggi d’affetto, i commercianti e le persone di Fuorigrotta, che con un caffè, una mano sulla spalla e con una lacrima mi hanno mostrato la loro solidarietà. Siamo regolarmente aperti e vi aspettiamo per accogliervi al meglio”.

In queste ore, proseguono le indagini per identificare il responsabile e consegnarlo alla giustizia.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli