12.8 C
Napoli
domenica, 4 Dicembre 2022

Udine, ragazzo autistico umiliato a scuola

Indotto a compiere atti indecenti e gesti sgradevoli, nei confronti dei docenti, dai suoi stessi compagni di classe, i quali filmavano e pubblicavano tutto suoi social.

Da non perdere

Provocato dai compagni di classe a compiere atti osceni dinanzi ai docenti di turno, a guardare e mostrare filmati pornografici durante l’orario scolastico e ripreso dagli stessi istigatori attraverso i loro cellulari.

Tutto questo è accaduto in una scuola di Udine, Friuli Venezia Giulia.

Vittima dei suoi “compagni di classe” uno studente 15 enne autistico verbale.

Le sue fotografie sono state pubblicate sui social dei compagni mentre veniva provocato e umiliato.

Gli hanno, addirittura, chiesto di fumare una canna insieme a loro.

L’accaduto, che è stato ricostruito dal Messaggero Veneto, è stato denunciato dalla madre del ragazzo ad un incontro pubblico  in un istituto scolastico, organizzato a seguito di un’altra sconvolgente tragedia che ha portato alla morte di una 16enne, per overdose, nei bagni della stessa città.

Secondo la madre questo atto di bullismo non è solo una semplice ragazzata fatta, da studenti ancora troppo immaturi, per capire la gravità di ciò che hanno fatto e spiega: “Per la scuola è una ragazzata, a me non pare sia il caso di minimizzare: voglio andare in fondo a questa vicenda”.

Prosegue poi dicendo: “Questa situazione unita ad altre provocazioni che lo hanno messo a dura prova, ha creato in mio figlio uno stato di forte stress: vuole che lo vada a prendere a scuola, ho dovuto anche rinunciare al lavoro”.

Questo non che l’ultimo caso di bullismo avvenuto negli ultimi mesi nel nostro paese.

Ci sono stati casi anche più gravi che sono sfociati, addirittura, nella violenza fisica.

Come il caso del 13enne autistico aggredito, fuori la sua scuola, a Palermo, da un compagno di classe, il mese scorso.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli