Ucciso a Zurigo il parrucchiere di Ronaldo: è giallo

Trovato in un albergo il cadavere del parrucchiere del campione juventino. Originario di Madeira, lascia due figli maggiorenni

Scoperta shock in una stanza d’albergo di Zurigo: venerdì scorso, trovato il cadavere del portoghese Ricardo Marques Ferreira, 40enne hair stylist del calciatore Cristiano Ronaldo. Il macabro ritrovamento è stato fatto da un addetto alle pulizie, il quale racconta di aver visto il corpo dell’uomo riverso sul letto in un lago di sangue, pieno di ferite da taglio, contusioni e lividi. Il parrucchiere sarebbe stato ucciso da una coltellata.

Dalle indagini risulta che gli ospiti dell’albergo avrebbero chiamato la reception anche alcune ore prima del ritrovamento del corpo per lamentarsi di rumori, ma nessuno era intervenuto.

Trasferitosi stabilmente a Zurigo dal 2017, dove lavorava come parrucchiere e truccatore, Ferreira era divorziato e viveva in quell’albergo da almeno una settimana. Molte foto sulla sua pagina Facebook lo ritraevano in vari momenti del suo lavoro: una di queste immagini, risalente al 2015, lo ritraeva insieme a Ronaldo, che all’epoca indossava ancora la maglia del Real Madrid.

Come riportato dai media portoghesi e svizzeri, il sospettato è un brasiliano di 39 anni, attualmente in stato di arresto per omicidio.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO