10.3 C
Napoli
martedì, 29 Novembre 2022

Ubi Banca: circa 2 milioni di conti correnti migrano in Intesa

Ubi Banca acquistata dall'azienda Intesa SanPaolo, a breve il trasferimento delle filiali.

Da non perdere

A Febbraio dello scorso anno l’azienda bancaria Intesa SanPaolo ha presentato la sua offerta per l’acquisto del gruppo Ubi Banca. Inizialmente l’offerta non era stata presa di buon occhio dal comitato degli azionisti, successivamente l’azienda è riuscita ad arrivare ad un accordo.

Dopo aver stipulato l’accordo ufficiale su richiesta dell’antitrust, una piccola parte dell’azienda è ceduta all’azienda Bper, che ha preso possesso di alcune filiali dell’Ubi.

Chi è stata UbiBanca?

L’azienda è nata il 1° Aprile del 2007 dalla fusione di BPU e Banca Lombarda e Piemontese. Tra le banche con più filiali in Lombardia. Il capitale dell’azienda ammonta a più di 2.000.000.000 di euro. Dal 12 Aprile 2021, dopo 14 anni sarà ufficialmente in fusione con Intesa.

Il passaggio ad Intesa San Paolo

Nel fine settimana il passaggio ad Intesa sarà finalizzato e le restanti filiali diventeranno proprietà dell’azienda.

Le filiali in questione sono circa 600 e sono 15mila i dipendenti che attualmente lavorano per Ubi. Più di 2 milioni i conti correnti che subiranno una migrazione da un ente all’altro. Attualmente le filiali sono chiuse, in questo modo nel fine settimana saranno effettuati tutti i passaggi necessari per riprendere lunedì regolarmente le attività.

La fusione è considerata tra le operazioni più importanti degli ultimi anni. Ciò contribuisce alla crescita del Gruppo leader nazionale e farà si che quest’ultimo diventi il punto di riferimento economico in Italia.

Cosa accadrà ai clienti dell’azienda?

Chi possiede un conto corrente Ubi banca non ha da preoccuparsi. Non sarà necessario aprire un ulteriore conto corrente, i conti resteranno gli stessi, ci sarà soltanto un cambio di Iban bancario. Chi possiede invece carte di debito o carte prepagate potrà utilizzarle fino alla data di scadenza o fino al prossimo 31 dicembre 2021, oppure fino alla loro naturale scadenza, se precedente. Prima della scadenza i clienti verranno contattati per la sottoscrizione di una nuova carta. Ai clienti Ubi, questo fine settimana, sarà comunque consentito effettuare transazioni.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli