25.3 C
Napoli
domenica, 14 Agosto 2022

Tumori e terra dei fuochi a scuola

Da non perdere

Viviana Calabria
Collaboratore XXI Secolo. Laureata in Editoria e pubblicistica, frequenta la magistrale in Editoria e scrittura all'Università Sapienza di Roma. Ha una passione smisurata per i libri. Lavora come editor freelance e sogna di aprire una casa editrice. Ha un blog di recensioni e anteprime. È socia fondatrice della libreria "iocisto" di Napoli e si occupa dei contatti con gli editori.

kemionauta_VivianaCalabria_21SecoloAll’interno di una serie di eventi e dibattiti in occasione della festa della donna, l’Istituto I.S.I.S. A. Casanova di Napoli, il 2 marzo, ha invitato l’autrice Maura Messina a presentare il suo libro Diario di una kemionauta, edito Homo Scrivens.

L’incontro, cui hanno preso parte circa 200 studenti dell’indirizzo tecnico “grafica e comunicazione” e le prime classi dell’indirizzo professionale “produzione industriale e artigianale”, ha visto la partecipazione della dirigente Rosaria Anna Stellato, della consigliera regionale, Angela Cortese, e della giornalista Federica Flocco.

Maura Messina è innanzitutto designer e pittrice. Ha scritto questo libro durante le sue sedute di chemioterapia per combattere il tumore causato dalla “nostra” terra dei fuochi. Si tratta di un diario personale iniziato un po’ per riempire le giornate e un po’ perché, spesso, la scrittura è terapeutica. È la stessa autrice a spiegarlo: “Quando chiudevo il diario nel cassetto dopo aver scritto i miei pensieri alla fine della seduta, era un po’ come chiudere nel cassetto la malattia e dimenticarla fino alla seduta successiva, 15 giorni dopo”.

Ciò che l’autrice e le altre relatrici hanno sottolineato è stato il messaggio di speranza che traspare dalle pagine intrise di ironia e dai disegni della stessa scrittrice. Maura ha deciso di affrontare il suo “problema” vivendo pienamente le sue giornate, pur con tutte le limitazioni del caso. Importante è stato l’amore con cui le persone, anche con piccoli gesti, le sono state vicine. Importante è stata la consapevolezza che anche gli attimi più brutti non sarebbero mai tornati. Questo è ciò che Maura, della sua esperienza, ha voluto donare agli studenti: “Vivete la vostra vita nel migliore dei modi: studiate, divertitevi, aiutate voi stessi e gli altri. Vivete non sopravvivete”.

Queste parole hanno colpito profondamente i ragazzi che hanno ascoltato con interesse e partecipazione il dibattito, ponendo domande sull’attualità e sull’esperienza dell’autrice, leggendo piccoli brani e, al termine della presentazione, ringraziando con commozione una donna che è un esempio e un aiuto per tutti.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli