Trionfo per Liberato sul lungomare di Napoli

Il rapper senza nome nè volto ha stregato migliaia di fans

Rapper partenopeo
Rapper Liberato

Grande successo per il concerto del rapper napoletano Liberato sul lungomare di Napoli ieri sera quando, intorno all 20.30, si è esibito per circa mezz’ora davanti ad un pubblico in visibilio per uno degli artisti partenopei più talentuosi ma anche eccentrici degli ultimi anni.

Liberato, nome d’arte, ha infatti un’identità sconosciuta, non ha mai mostrato il suo volto nè si conosce il suo nome e durante l’esibizione di ieri, la prima dal vivo per il cantante, si è esibito con un cappuccio calato sulla testa e un fazzoletto sul volto mentre un denso fumo azzurro lo avvolgeva, celandone le sembianze.

Arrivato a bordo di una barca insieme a sei sosia vestiti come lui con cappuccio e fazzoletto sul viso, Liberato ha dato sfoggio del suo repertorio omaggiando infine anche il grande Pino Daniele esibendo una cover di “Quanno chiove.”

Per il pubblico una serata particolare, erano presenti spettatori provenienti da diverse regioni italiane che hanno stanziato nell’area fin dal primo pomeriggio, per un totale di seimila spettatori nella sola area della rotonda di via Diaz, ma erano presenti almeno altre diecimila persone assiepate nelle aree limitrofe. Alcuni di loro, al termine del concerto, ne hanno approfittato per concedersi anche un bagno fuori stagione.

Molti e stringenti i controlli per accedere alla zona del concerto, per l’antiterrorismo e per motivi di sicurezza legati ad un artista che richiama anche temi scottanti del sociale, coerentemente con un genere che da sempre si fa portavoce del malessere giovanile.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO