Torre Annunziata, 20 dipendenti Cmo dal sindaco

70 dipendenti del Cmo di Torre Annunziata rischiano il licenziamento e occupano la stanza del sindaco Vincenzo Ascione

Torre Annunziata, 20 dipendenti Cmo dal sindaco_21secolo_Lorena Campovisano
C.M.O. di Torre Annunziata

È stata occupata questa mattina da una ventina di dipendenti del Cmo (Centro Medico Polispecialistico) di via Roma, la stanza del primo cittadino di Torre Annunziata, Vincenzo Ascione.

Il sequestro per abusivismo edilizio del reparto di medicina nucleare, ha fatto sì che venisse intrapresa la procedura di licenziamento per 70 lavoratori della sezione principale dell’azienda.

Si chiedono risposte concrete, al sindaco e alla Stazione unica appaltante, circa la richiesta di occupazione di una nuova sede. L’istanza di dissequestro era stata respinta dal Tribunale di Torre Annunziata, per cui ora l’azienda richiede l’insediamento in un altro edificio.

Al fine di ottenere tutte le autorizzazioni necessarie, i dipendenti si sono rivolti all’amministrazione comunale che ha già negato la richiesta di condono avanzata dal centro medico. Il Comune, infatti, non intende esercitare alcuna pressione sulle procedure amministrative per agevolare l’ente.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO