24.5 C
Napoli
mercoledì, 5 Ottobre 2022

Tommaso Montesano sotto attacco per un tweet sulla vicenda delle bare di Bergamo

Il giornalista ha poi rimosso il post e si è scusato su Facebook

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

Tommaso Montesano è stato travolto da una tempesta mediatica. Il figlio del noto attore Enrico e penna del giornale Libero ha subito una vera e proprio gogna pubblica per un tweet, poi rimosso, condiviso sul suo profilo ufficiale nella serata di ieri 8 febbraio. Il post recitava “Le bare di Bergamo stanno al Covid come il lago della Duchessa sta al sequestro di Moro“.

Il giornalista ha paragonato l’ormai noto episodio delle bare di Bergamo, divenuto simbolo della lotta alla pandemia, con il falso comunicato diffuso dalle Brigate Rosse durante il sequestro Moro che avviò le ricerche, rivelatesi inconcludenti, del cadavere del segretario DC sui fondali del lago della Duchessa.

Montesano che è già noto per le sue posizioni complottiste e anti-green pass. Lo testimoniano una serie di episodi accaduti nel 2020. Difese prima il padre dalle accuse di negazionismo provenienti dalla rete e nel luglio dello stesso ritornò con un altro tweet sulla vicenda dei mezzi militari che lasciavano una Bergamo gambizzata dall’emergenza:

“A posteriori, la parata dei camion dell’Esercito con le bare di #Bergamo insospettisce. Mai più ripetuta, effettuata di notte, con tutti quei mezzi che si sarebbero potuti muovere alla spicciolata. Si è VOLUTO fare così, con evidenza teatrale, per terrorizzare. #COVID19 #Bocelli”.

Tommaso Montesano rischia il licenziamento

Il tweet del giornalista ha provocato l’immediata reazione dell’organismo sindacale della testata in cui lavora.

Libero in un comunicato ufficiale ha fatto sapere che “si dissocia dagli interventi con i quali un collega nella sostanza nega una correlazione tra la foto simbolo delle bare di Bergamo e il Covid. E si scusa con le famiglie delle decine di migliaia di persone che hanno perso la vita a causa della pandemia. Si possono avere le idee più diverse su vaccini e Green pass, ma le teorie negazioniste sono quanto di più lontano dai valori dei giornalisti di Libero“.

Il direttore dell’azienda Sallusti ha poi chiesto di verificare se sussistono elementi per procedere al licenziamento di Montesano.

Le reazioni della politica

Il giornalista ha provato ha giustificare le ragioni del tweet in un lungo post su Facebook. Il tentativo di rimediare a quanto detto si è però rivelato vano.

Feroci le critiche giunte dal mondo della politica. Diversi esponenti delle forze partitiche, a prescindere dallo schieramento ideologico, hanno fatto fronte comune contro la posizione espressa da Montesano.

Più dura la reazione del sindaco di Bergamo Giorgio Gori che ha annunciato che procederà a querelare Montesano.

 

 

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli