4shared
18 C
Napoli
martedì, 19 Ottobre 2021

TFA e Gae: il TAR riaccende le speranze

Da non perdere

Mariapaola Ramaglia
Sono laureata in Scienze dell’Educazione e della Formazione e in Economia Aziendale e sono Mediatrice Familiare. Da anni, collaboro con diverse Associazioni che si occupano di difendere i diritti dei minori e sostenere famiglie che vivono situazioni di disagio o sofferenza. Sono socia di un'Associazione, in cui mi occupo di formazione ed essendo appassionata di comunicazione e scrittura, sono anche scrittrice, blogger e web writer.

Per chi ha seguito percorsi abilitanti universitari dal 2012, potrebbe riaccendersi la speranza di poter essere inserito nella fascia aggiuntiva Gae. Il TAR del Lazio, durante l’estate scorsa, si era pronunciato negativamente al riguardo e, con la sentenza breve n. 9503/14, aveva rigettato un ricorso negando la richiesta di inserimento dei ricorrenti nella fascia aggiuntiva alla terza delle Graduatorie ad esaurimento.

Anche con la recente sentenza n. 12474/14, lo stesso TAR del Lazio aveva sottolineato che la normativa riguardante i requisiti necessari per accedere alle Graduatorie ad esaurimento era chiara, perciò non potevano essere equiparati i docenti che avevano congelato la frequenza dei corsi SSIS ed erano inseriti nella terza fascia della Gae con i docenti ricorrenti che avevano frequentato, invece, lo stesso corso TFA.

Nonostante però le sentenze di rigetto, l’Anief (Associazione Nazionale Insegnanti ed Educatori in Formazione) è riuscita comunque ad ottenere un rinvio della decisione sul ricorso n. 7881/14, alla luce delle novità introdotte dalla sentenza della Corte di Giustizia Europea pronunciata il 26 novembre scorso. Si ricorda che il citato ricorso è stato promosso dagli avvocati Walter Miceli e Fabio Ganci per centinaia di ricorrenti. Bisognerà ora attendere che l’Anief comunichi la nuova data in cui ci sarà l’udienza pubblica.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli