Territorio da riscoprire: gli eventi in Campania Domenica 20 giugno si apre all'insegna delle possibilità di incontro, con sé stessi e gli altri

La Comunità Slow Food “Produttori della valle dell’ Irno per le produzioni agricole sostenibili” torna finalmente operativa. Domani 28 giugno riscenderà in campo dalle 9:00 alle 13.00 in Via Eroi di Nassirya, nella località di Coperchia di Pellezzano in provincia di Salerno. Il Mercato della Terra dei produttori campani reca con sé un messaggio teso alla valorizzazione del territorio.

Parafrasando le parole di Luciana Ponticelli, portavoce della Comunità, questo movimento Slow Food si propone di riappropriarsi di un rapporto equilibrato con la natura che ci circonda, promuovendo la prossimità dei prodotti e, di conseguenza, una garanzia di genuinità ai consumatori.

Il concetto è arricchito poi anche dall’intervento del referente regionale dello Slow Food, Mauro Avino: “Pellezzano si aggiunge a Piano di Sorrento, Benevento, Torre Annunziata, Succivo e Agropoli. I Mercati della Terra di Slow Food sono luoghi non solo di vendita, ma soprattutto di incontro, di contaminazione, di educazione, di riappropriazione delle relazioni, un modo bello e divertente per una gita fuori porta con l’obiettivo di una spesa consapevole, attenta all’ambiente e alla salute”.

E i momenti dedicati agli incontri non mancheranno in quella che si preannuncia una caldissima domenica di fine giugno. Ci si potrà riunire per un aperitivo nella cornice del Tonga Village, con lo sfondo del mare di Pozzuoli e allietati da un’esibizione live della cantante Miriam Scognamiglio, finalista al Premio Mia Martini.

Per recuperare il contatto con la natura ed il territorio si potrà approfittare delle 200 aperture straordinarie possibili grazie alle giornate FAI. Il contributo è di pochi euro – tra i 3 ed i 5 – e la prenotazione online è obbligatoria.

Se invece si preferisse riassestare l’equilibrio mente-corpo, i napoletani interessati non potranno mancare alle lezioni gratuite di yoga che si terranno sul lungomare di Napoli ogni sabato fino al 25 luglio, dalle 9:30 alle 11:30, alla rotonda Diaz.

Allestite anche due Arene Cinematografiche all’aperto, ognuna con 200 posti, nell’ex base Nato di Bagnoli: al costo di soli 5 euro si potrà godere della visione dei film in programmazione.

Riaprono al pubblico i giardini del Museo di San Martino e della Villa Floridiana al Vomero, il romantico giardino del Palazzo Reale di Napoli ed il Real Bosco di Capodimonte.

La Campania si rifà visibile al suo pubblico con la vita che ritorna a scorrere al suo interno, con osservanza e un po’ di timore. Si spera che i tempi in cui ci si poteva solo affacciare sui balconi ad immaginare i suoi luoghi incantevoli, spingano ora alla riconquista del territorio.

Print Friendly, PDF & Email

Giovane psicologa clinica laureatasi all'Università di Roma "La Sapienza" ed educatrice, appassionata di giornalismo e fotografia.

more recommended stories