10.3 C
Napoli
martedì, 29 Novembre 2022

Terremoto ad Ischia di magnitudo 4.0 – 2 le vittime

Un terremoto di magnitudo 4.0 si è abbattuto ieri sull'isola d'Ischia, provocando la morte di 2 persone e il ferimento di altre 39

Da non perdere

Nella serata di ieri un terremoto di magnitudo 4.0 ha colpito l’isola d’ischia,  dove a Casamicciola  si contano  innumerevoli cadute di abitazioni che hanno prodotto, al momento 2 morti accertati e 39 feriti di cui uno in gravi condizioni.

Il sisma si è  avvertito alle 20,57 quando la terra ha tremato per la prima e piu forte delle scosse, seguita da  altri 14 fenomeni di assestamento.

Una delle vittime è una donna anziana Lina Cutaneo, investita dai calcinacci provenienti Dalla Chiesa di Santa Maria del Suffragio. Sul posto sono intervenuti immediatamente i carabinieri, la polizia e i vigili del fuoco, oltre unità di soccorso medico, che stanno prestando tutte le cure del caso. Proseguono Infatti senza sosta i lavori di rimozione dei calcinacci, per tentare di estrarre ancora le numerose persone sepolte sotto le macerie. Si sono registrati Inoltre crolli anche nel comune di Forio, sebbene non ci siano al momento segnalazioni di feriti gravi. L’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno è stato immediatamente evacuato,  ma anche a causa della urgenza del caso è stato rimesso in funzione, in quanto presidio di prima accoglienza, per fornire le cure del caso e di primissima necessità.

Sono state ovviamente immediatamente allestite anche aree di accoglienza per i numerosi sfollati che scesi dopo le scosse in strada hanno dovuto abbandonare le proprie abitazioni. Al momento si parla di 2600 persone senza un tetto. Paura anche per i turisti,  che hanno lasciato nottetempo di gran corsa l’isola imbarcandosi su tutti i traghetti disponibili e nel corso della nottata oltre 1000 persone sono state trasportate a Napoli.

Non accadeva dal lontano 1883 che l’isola d’Ischia fosse colpita da un terremoto. Allora il Sisma provocò oltre 2000 morti e anche in quel caso il comune di Casamicciola fu tra i più colpiti, rimanendo praticamente raso aĺ suolo.

Una bella notizia arriva invece dal salvataggio di un bambino di 7 mesi, estratto dai vigili intervenuti, dalle macerie.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli