mercoledì 22 Maggio, 2024
23 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Teatro: Actory Art e Otgl presentano Masaniello

Il teatro casertano vive una stagione intensa, coinvolgente ed entusiasmante. La compagnia Actory Art, in collaborazione con Otgl, manda in scena “Masaniello”, il 18 maggio presso il Teatro Don Bosco.

Caserta: Masaniello torna a teatro

La storia è ambientata nel luglio del 1647 a Napoli, allora uno dei centri più importanti dell’ impero spagnolo. Qui Tommaso d’Aniello Amalfi, detto Masaniello, lavora come pescivendolo.

A causa di una serie di guerre, la Spagna aumentava la pressione fiscale e, sotto la guida del vicerè de Leon, duca d’Arcos, la situazione a Napoli precipitò con l’ imposizione di una tassa sulla frutta.

Secondo la tradizione la Berardina, o Bernardina Pisa, consorte di Masaniello, si rifiutò di pagare questa tassa e per tale motivo venne incarcerata.

Questo provvedimento scatenò la furia di Masaniello, intento a proteggere la sua amata.

In quel periodo Napoli era piena di cartelli che inneggiavano la rivoluzione, e con l’ arresto della moglie, Masaniello si decise a incoraggiare questa spinta rivoluzionaria.

Nei primi di giugno del ’47, fu dato fuoco alla casa dei gabellieri, a piazza del Mercato e Masaniello, spinto dalla sua anima di figlio del popolo nonché di giustiziere, tra fine giugno e inizi luglio, richiamò il gruppo dei suoi lazzari, gli Alarbi, che sfilavano durante la processione della Madonna del Carmine, ogni 16 di luglio.

Questi sobillarono il popolo, spingendolo a insorgere al grido di: “Viva il re di Spagna, mora il malgoverno e fora le gabelle!”.

Il resto della storia di Masaniello potrete scoprirlo durante la rappresentazione teatrale di E.Porta ed A. Pugliese, curata dalla regia di Vittoria Sinagoga che ha realizzato anche i costumi, seguendo lo stile del Seicento. Le musiche sono eseguite dal vivo.

Una serata nella quale arte, cultura, storia,  e buona musica si intersecano tra loro, dando vita ad uno spettacolo affascinante, suggestivo ed emozionante.