21.6 C
Napoli
giovedì, 26 Maggio 2022

Tawy e il suo viaggio di speranza e di amore

Percorre la foresta amazzonica con il padre sulle spalle per poterlo vaccinare

Da non perdere

Tawy è un ragazzo di 24 anni, appartenente a una tribù del cuore dell’Amazzonia, che ha intrapreso il suo viaggio di amore e di speranza per salvare suo padre.

Un villaggio una tribù isolata nel cuore dell’Amazzonia, che di recente ha iniziato ad avere contatti con il resto della società brasiliana, è da lì che è arrivata Tawy insieme al suo papà, che per salvare la vita a quest’ultimo, camminando per 12 ore attraversando la foresta e salvare suo padre.

Il polmone verde del mondo è ricco di ruscelli da guadare, di dirupi da scavalcare e di barriere vegetali da oltrepassare, ma questo non ha fermato il giovane Tawy che per far vaccinare il suo papà se lo è messo in spalla e lo ha portato sino al primo centro vaccinale disponibile.

Il padre di questo ragazzo a soli 67 anni, un’età neanche troppo avanzata se considerata nella nostra società ultra modernizzata, ma lì nel cuore della foresta soffre già di gravi problemi di salute che gli impediscono anche di camminare.

Non si arrende a queste limitazioni, e anche se scettico nei riguardi della società occidentalizzata e della scienza decide di recarsi presso il primo avamposto disponibile dove si stanno effettuando le vaccinazioni anti covid, il suo intento quello di far immunizzare il genitore per risparmiarlo almeno da quel virus che non ha saputo risparmiare nemmeno il polmone verde del mondo.

In realtà, volendo fare una considerazione sociale, il motivo per il quale il covid e riuscito a mettere tante vittime anche in queste tribù così lontane dal mondo civile è proprio la loro reticenza nei confronti della medicina.

12 ore di cammino,  sei all’andata e sei al ritorno, che Tawy ha percorso, intenerendo il cuore del medico in quel momento alla guida della squadra di vaccinatori.

Il medico decide di scattargli una foto, è il 22 gennaio 2021, ma decide di divulgarla solo adesso per sensibilizzare in questo momento di grande aumento dei contagi le persone verso la vaccinazione.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli