32.1 C
Napoli
mercoledì, 6 Luglio 2022

Svolta la perizia sull’auto che travolse il piccolo Tommaso: nessuna anomalia

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

Dalla perizia non risulta alcuna anomalia nell’impianto frenante dell’auto che lo scorso 18 maggio ha travolto alcuni bambini in un asilo dell’Aquila, togliendo la vita al piccolo Tommaso, di soli 5 anni. Secondo il perito incaricato dalla Procura l’incidente non sarebbe stato causato, quindi, da un malfunzionamento dell’auto.

Incidente all’asilo di Pile: svolta la perizia sull’auto che ha travolto e ucciso il piccolo Tommaso

Si conferma la pista dell’errore umano. L’automobile, trasportata dalla Questura, è stata esaminata nel dettaglio, come riportato dal Corriere Adriatico, in un’officina specializzata. Alla dettagliata perizia, per la quale sono stati utilizzati computer e software specializzati, hanno assistito anche i Vigili del Fuoco.

La Volkswagen Passat Station Wagon, immatricolata nel 2010, ha il freno a mano elettronico. Sono stati effettuati, quindi, anche esami alla centralina elettronica dell’auto. Anche in questo caso, nessuna anomalia è stata rintracciata. Il test ha rintracciato un funzionamento regolare del mezzo di trasporto.

La perizia sicuramente ha fornito importanti dettagli per chiarire che cosa sia successo nel terribile incidente a Pile nel quale il piccolo Tommaso ha perso la vita ed aiuterà di certo a chiarirne le dinamiche. Il test è stato svolto con la presenza dell’incaricato alla difesa.

La Procura dell’Aquila è in attesa dei risultati della perizia sulla sicurezza dei luoghi e della struttura scolastica nella quale è avvenuta la tragedia.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli