4shared
24.1 C
Napoli
giovedì, 23 Settembre 2021

Svizzera-Italia: lotta per il mondiale in quel di Basilea

La formazione di Mancini si confronta con la nazionale elvetica per la qualificazione ai prossimi mondiali

Da non perdere

Oggi si terrà il delicato incontro Svizzera-Italia. Una partita impegnativa, importante ed attesa, che si rivelerà determinante per le qualificazioni dei prossimi mondiali di Qatar 2022.

Gli azzurri lottano per la conquista del primo posto del girone C. In questa partita, che si terrà al St. Jacob Park di Basilea, la formazione italiana dovrà dare il massimo per evitare che la qualificazione ai mondiali si complichi.

In caso sconfitta, infatti i campioni d’Europa vedrebbero la Svizzera arrivare a -1 in classifica; con la prospettiva di essere poi sorpassati durante gli incontri in programma ad ottobre, quando l’Italia non scenderà in campo.

Svizzera-Italia: le probabili formazioni in campo

In queste ore il tecnico Mancini vaglia un eventuale cambio di formazione: in difesa troveremo il duo Di Lorenzo e Chiellini, a centrocampo ci saranno Locatelli e Pellegrini a proteggere la zona e a sostituire Verratti.

Diverse perplessità anche nel tridente, dove rischia Insigne. Molto diversa la situazione della formazione svizzera, che presenta moltissime assenze: Freuler, Xhaka, Shaqiri, Embolo, Mbabu, Gavranovic e Benito. Il tecnico Yakin ha diversi dubbi, soprattutto per quanto riguarda il centro campo.

Svizzera-Italia, le dichiarazioni del tecnico Yakin

Alla vigilia della partita, Yakin, il commissario tecnico della Svizzera, ha rilasciato una serie di dichiarazioni sull’incontro, raccontando la preparazione della formazione elvetica: “È da una settimana che siamo insieme. Ci siamo allenati, abbiamo compensato all’assenza di giocatori importanti e nell’ultimo match abbiamo anche fatto prove sul piano tattico giocando con due sistemi diversi.

Si sono viste buone cose ma contro l’Italia e in uno stadio pieno sarà una gara completare diversa. L’Italia è campione d’Europa, non perde da 35 partite e servirà una prestazione al top”.

Sulle critiche mosse alla sua squadra, ha dichiarato: “Le critiche ci sono sempre, ma se bisogna analizzare le partite ecco che ci sono stati buoni incontri. Ora il nostro obiettivo è compattare maggiormente difesa e centrocampo e lasciare il portiere Sommer un po’ più tranquillo… Io penso che contro gli azzurri sul piano del collettivo ci saremo.

Questi momenti mi piacciono molto, mi piacciono le partite speciali. Domani sarà una bella gara, essere in casa a Basilea contro i campioni d’Europa mi regala una grossa soddisfazione. Io devo stare tranquillo e i giocatori andare a tutto gas per disputare una buona prestazione”.

Infine, l’allenatore svizzero si è espresso sul precedente incontro tra Italia e Bulgaria: “Chi ha visto la partita sa che l’1-1 della Bulgaria è stato molto fortunato. Bisogna essere realisti, l’Italia è forte ed è squadra vera. Noi abbiamo solo due strade: vincere domani e puntare al primo posto oppure qualificarci come secondi e andare ai play-off di marzo. Ma ancora non siamo lì…”

Sul 3-0 di Roma, e la voglia di rifarsi, afferma:
“I giocatori la gara dell’Europeo l’hanno già dimenticata, questa sarà una gara totalmente diversa”.

La classifica del girone C

Dopo il pareggio fra Italia e Bulgaria e la vittoria dell’Irlanda del Nord in Lituania, la situazione del girone C è la seguente: Italia 10 punti, Svizzera 6 (2 partite in meno), Irlanda del Nord 4 (1 partita in meno), Bulgaria 2, Lituania 0 (1 partita in meno).

La partita sarà in diretta tv su Rai 1 a partire dalle ore 20.45. La gara degli Azzurri sarà in streaming live grazie a RayPlay. 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli