sabato 13 Luglio, 2024
24.1 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Stress: a piccole dosi aiuta la memoria?

Nella vita di tutti i giorni, caratterizzata da tanti impegni e tempi stringenti, capita spesso di sentirsi stressati. Secondo alcuni studi lo stress, in misura limitata, porterebbe dei benefici.

In particolare, secondo uno studio americano che ha studiato le esperienze di un campione di 1.200 giovani adulti, livelli bassi o moderati di stress potrebbero migliorare la memoria di lavoro, il magazzino momentaneo dal quale prendiamo le informazioni di cui abbiamo bisogno. Nonostante ciò se l’ansia supera un certo limite questi benefici si annullano.

Lo studio dei ricercatori dell’Università della Georgia

Un gruppo di neuroscienziati dell’Università della Georgia ha sottoposto ai soggetti un test di memoria che prevedeva il riconoscimento di utensili e volti, nel mentre la loro attività cerebrale veniva analizzata.

I livelli di stress dei partecipanti allo studio sono stati registrati in un questionario di autovalutazione. Chi si era sentito sotto pressione manifestava una minore attivazione delle aree cerebrali che regolano il funzionamento della memoria di lavoro. Chi invece aveva riscontrato livelli contenuti di stress mostrava un’elevata attivazione della memoria di lavoro e una performance migliore al test.

Quindi esisterebbe una relazione tra stress e memoria, anche se lo studio americano pubblicato sulla rivista americana Neuropsychologia ha studiato tale rapporto solo in modo indiretto, e non ha stabilito un rapporto causa-effetto. Un’ipotesi accreditata, che trova risposta anche in studi condotti sugli animali, postula che una piccola dose di stress aiuti ad anticipare i problemi futuri e a prepararsi di conseguenza. Tutto ciò favorirebbe una certa riorganizzazione mentale, utile per affrontare momenti successivi.

La condizione indispensabile per mantenere questo vantaggio è che lo stress sia limitato nel tempo e che non sia eccessivo. Infatti livelli elevati di stress hanno gravi ripercussioni sulla salute fisica e mentale.

Il contesto sociale svolge una funzione molto importante nella gestione dello stress. Nello studio sopracitato i partecipanti potevano rifarsi ad una rete familiare e affettiva solida, che li aiutava a gestire efficacemente la tensione. Quindi percepire di avere un ambiente adeguato e accogliente aiuta a preservare un senso di benessere e la memoria.