lunedì 22 Luglio, 2024
26.8 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Strage in famiglia:uccide 4 parenti e si toglie la vita,tra le vittime 2 minorenni

Strage in famiglia,uccide 4 parenti e si toglie la vita.Tra le vittime 2 minorenni.

Sì, si parla di vera e propria strage familiare per una lite in famiglia a causa di un eredità quella accaduta poche ore fa in Sicilia.

Tra questi sono compresi due minori di 15 e 11 anni. Uccisi in casa dall’assassino che si è poi suicidato a sua volta. L’inferno è stato scatenato in un’appartamento di via Riesi nella località siciliana.

È assurdo quanto accaduto poche ore fa in Sicilia dove un uomo per motivi legati ad una presunta, lauta eredità uccide quattro componenti della sua famiglia, dopodiché sceglie di togliersi la vita.

Non solo questa volta si assiste ad una strage familiare per motivi economici, spesso si cade un queste tragiche notizie e dietro si celano spesso motivi di interessi.

L’indagine è adesso coordinata dalla procura di Agrigento sta ricostruendo cosa è accaduto in quell’appartamento, sembra che non fosse la prima lite, già nei giorni scorsi c’erano state altre discussioni animate, non è ancora ben chiaro il motivo. Ma nulla faceva presagire questo drammatico epilogo, è il racconto dei vicini di casa, ancora sotto choc per i colpi di pistola.

Oltretutto secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, basata sulle testimonianze di alcuni vicini, la strage sarebbe stata originata da una lite in famiglia per motivi di interesse legati alla suddivisione di alcuni terreni dove coltivano carciofi. Le indagini sono coordinate come già detto, dal Procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio.

“Si è scatenato l’inferno subito dopo un violento litigio forse scatenatosi per motivi di eredità. Tra le vittime ci sono due poveri bambini  di 11 e 15 anni è un enorme tragedia”.

Queste le parole di un testimone che aiuta le indagini con una sua personale ricostruzione.

Restiamo attivi su ipotetici risvolti della strage appena consumata in questa piccola provincia siciliana.