4shared
15.5 C
Napoli
giovedì, 15 Aprile 2021

Squalo-aquila: 1° ritrovamento di una specie sconosciuta

A quasi dieci anni dalla scoperta del primo ed unico fossile, i ricercatori rendono nota una nuova specie di squalo appartenente ad una nuova famiglia di plactivori

Da non perdere

Lo squalo-aquila, il cui nome scientifico è Aquilolamna milarcae, è stato scoperto nel lontano 2012 a Vallecillo, in Messico. Il team di ricercatori che ha portato alla luce i resti di questa nuova specie della famiglia degli squali lo ha esaminato per ben dieci anni causa della sua natura sconosciuta.

Il ritrovamento ha così portato alla luce una specie fino ad oggi sconosciuta, abitante dell’attuale Golfo del Messico 93 milioni di anni fa, quando i dinosauri dominavano la nostra terra.

Il Ritrovamento dello squalo-aquila

Lo squalo-aquila ritrovato in Messico era caratterizzato da lunghe pinne pettorali simili ad ali, da qui il nome. La scoperta è stata poi pubblicata dettagliatamente sulla rivista Science.

Il ritrovamento di questi primi, ed al momento unici, resti fossili hanno permesso al team di ricercatori di ricreare l’aspetto dell’antico animale. Con un lunghezza di 1,65 metri, l’antico squalo-aquila aveva due pinne pettorali lunghe quasi 2 metri e una bocca davvero molto grande.

Nonostante l’aspetto, che avrebbe fatto pensare ad un altro mostro dominatore di oceani, lo squalo-aquila non era esattamente il terrore acquatico descrittoci. 

L’antico animale infatti non avrebbe potuto far del ad altra creatura poiché era plactivoro, si nutriva di plancton.

Questa caratteristica che ci rende l’animale meno terrificante è stata ipotizzata dai ricercatori a causa della dentatura dello squalo. Denti troppo piccoli per poter attaccare una qualsiasi preda consistente.

La nuova specie scoperta condivede inoltre alcuni tratti fisici con con gli squali volpe pelagici, diffusi nell’Oceano Pacifico e Indiano e alcuni tratti con le balene e gli squali tigre come la pinna caudale con lobo superiore.

Una Nuova Famiglia

La scoperta di questo nuovo squalo va ad arricchire la fauna plactivora presente al periodo del Cretaceo. Fino ad oggi l’unica famiglia di tale categoria erano i Pachycormidae. Con il nuovo ritrovamento vi si aggiunge anche la famiglia degli Aquilolamnidae, il cui unico rappresentante, al momento, è lo squalo-aquila.

Ultimi articoli