4shared
13.5 C
Napoli
martedì, 2 Marzo 2021

Sport, l’attività tanto amata e praticata dai giovani

Da non perdere

L’amato e tanto praticato sport, un genere di attività che attrae in modo sproposito un numero sproposito di individui, in particolare i giovani. Ma qual è il motivo per il quale l’attività fisica invoglia i ragazzi? Uno dei motivi principali è il desiderio che i ragazzi hanno di farsi notare dagli altri: la pratica di uno sport, infatti, potrebbe renderli popolari e importanti. A questo si aggiunge il desiderio di trarre piacere dalle sfide e sperimentare qualcosa in cui ci sente o si è bravi. Inoltre, i ragazzi cominciano ad essere consapevoli che forma fisica e abilità sono fattori importanti: provano divertimento nel fare esercizi e giochi.

Inoltre, le attività sportive si propongono ai giovani a partire dalle elementari, ma il movimento è consigliato a qualsiasi età. Spesso alla scuola dell’infanzia i bambini sono già coinvolti in molte attività fino al pomeriggio, e sono “in movimento” tutto il giorno. Possono comunque essere coinvolti in un’ attività sportiva, purché questa sia divertente.

L’istinto e la passione inducono i giovani a scegliere uno sport, sono i due aspetti fondamentali; il fine è fare comunque movimento. I ragazzi, infatti, devono sviluppare tante competenze motorie, le quali saranno fondamentali per sviluppare un buon sistema di movimento. In questo modo, gli adulti del futuro non soffriranno precocemente di dolori articolari e muscolari.

Bisogna aggiungere, che la differenza tra sport individuale o di squadra è inesistente dal punto di vista del progresso delle capacità motorie. Ogni sport offre delle differenti potenzialità, ma in qualsiasi circostanza si orginano molti stimoli per insegnare al corpo a muoversi. A prescindere da questo aspetto, gli sport di squadra insegnano a stare in una dinamica di gruppo, a rispettare i compagni, a vincere e a perdere insieme. Uno sport individuale, invece, ha il fine di garantire un duraturo rapporto tra il giovane e sè medesimo, con i propri meriti e i propri limiti. Alcuni ragazzi stanno bene da soli, ma in squadra scoprono la gioia del condividere un obiettivo con altri individui.

I giovani si dedicano allo sport in un tempo ampio e variegato: non esiste, infatti, un numero preciso di ore. Hanno bisogno di sfogarsi e a volte divertirsi, ma non ci sono dei momenti in particolare in cui si decide di svolgere un’attività fisica, eccetto alcuni casi in determinate circostanze. Deterninati giovani praticano uno sport settimanale, mentre altri, al contrario, si dedicano allo sport in modo differente, anche giocando il pomeriggio con alcuni amici. In ogni caso, un paio d’ore alla settimana di attività fisica, oltre a quelle di educazione motoria, le quale si svolgono a scuola, sono raccomandabili.

Numerosi sono gli impegni e le faccende portati a termine dai ragazzi, e si può verificare che, alcune volte si sceglie di accantonare lo sport o comunque non attribuire abbastanza importanza ad esso. L’evoluzione ha insegnato che la sedentarietà non reca benefici, l’essere umano è adatto a muoversi e non farlo condanna i muscoli ad irrigidirsi e a non funzionare bene, lo spostamento è essenziale. Nei momenti in cui non si fa un’attività sportiva è sufficiente stare in giardino a giocare con gli amici o con il cane.. l’importante è non stare seduti molte ore di fila.

Ma poi, a livello fisico, i benefici sono molteplici. Lo sviluppo del controllo del movimento comincia da piccoli. Il nostro corpo apprende dai movimenti che facciamo, e muovendosi impara l’equilibrio, la coordinazione, la fluidità del gesto. Quando non si sperimentano determinate azioni, il nostro corpo non impara a muoversi nel modo corretto, quindi si muove utilizzando tantissimi compensi. Con il tempo aumenta lo stress sulle articolazioni, si sovraccaricano i muscoli, e si finisce per soffrire fin dall’adolescenza di problematiche muscolari. Si rischia da adulti di soffrire di mal di schiena cronico.

Lo sport è anche fondamentale per la crescita di un individuo; insegna ad impegnarsi per raggiungere un determinato obiettivo, a non temere la fatica e a gioire dei risultati positivi, oltre ad imparare da quelli negativi. L’attività fisica, inoltre, permette di apprendere a rispettare un avversario indipendentemente dalla sconfitta o dal successo. Oltre ciò, ovviamente si impara a conoscere i propri limiti e i propri punti di forza.

Il 71% degli adolescenti decide di dedicarsi ad una attività sportiva per piacere e divertimento, il 17% per gli effetti benefici sul corpo e il 7% perché è un momento di scarico delle tensioni. Per i giovani, dunque, lo sport simboleggia il canale principale attraversa cui potersi sfogare, un modo per tenersi in forma ed una vera e propria passione. L’attività fisica, inoltre, rappresenta uno dei momenti principali di sperimentazione e socializzazione fondamentali per la crescita.

Ultimi articoli