4shared
7 C
Napoli
giovedì, 27 Gennaio 2022

SplendOri. Il lusso negli ornamenti ad Ercolano

Quando il passato riprende vita

Da non perdere

Dal 20 dicembre 2018 al 30 settembre 2019 il Parco Archeologico di Ercolano apre per la prima volta alla fruizione del pubblico il proprio Antiquarium, al termine dei lavori di adeguamento.

L’occasione è quella della mostra SplendOri. Il lusso negli ornamenti ad Ercolano, la quale è parte del programma “ERCOLANO 1738-2018. TALENTO PASSATO E PRESENTE”.

Una collezione di circa 100 monili e preziosi, appartenuti agli ercolanesi, ritrovati insieme agli abitanti oppure nei pressi delle antiche dimore della città.

Oggetti che raccontano storie di vita vissuta, di una tragedia che ha segnato un’intera popolazione, ma che al contempo assumono un valore inestimabile, tanto a livello artistico quanto simbolico.

La mostra intende proporre ai visitatori non solo gioielli, monete, gemme e arredi di notevole importanza, ma anche manufatti di uso personale e quotidiano, che si caricano di significati ideologici, politici, sociali, culturali, religiosi.

I temi della ricchezza, del valore economico-sociale e della bellezza rappresenteranno, dunque, i contenuti del percorso espositivo.

I materiali provengono da edifici pubblici, dalle Domus e dalle botteghe dell’antica Herculaneum e restituiscono un’immagine vivida, complessa e felice di quella comunità. Un cospicuo gruppo di reperti è stato inoltre rinvenuto nel corso degli scavi sull’antica spiaggia.

Da sottolineare i prestiti concessi dal Mann e dal Parco di Pompei, segno tangibile di una stretta collaborazione, a servizio della valorizzazione del patrimonio culturale del nostro paese.

Durante la visita gli ospiti saranno condotti, in maniera attiva e partecipata, attraverso le sale, divenendo i veri protagonisti della scena. Ercolano sarà inoltre animata da attività di laboratorio, organizzate in collaborazione con il Tarì e con l’Istituto di Istruzione Superiore “Francesco Degni” di Torre del Greco.

Insomma, un tuffo in un mondo tanto lontano quanto affascinante, che bisogna scoprire e tramandare.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli