domenica 21 Aprile, 2024
14.5 C
Napoli
spot_img

Articoli Recenti

spot_img

Spiaggia dei Maronti: un’oasi di bellezza e storia

La spiaggia dei Maronti è una delle più belle e rinomate dell’isola d’Ischia. Sempre super affollata durante la stagione estiva, ma anche negli altri giorni dell’anno, soprattutto quelli più soleggiati, per passeggiate a riva mare, calpestano uno strato di sabbia unico al mondo, diverso rispetto a quello che caratterizza altre spiagge dell’isola. Una leggenda di Ischia, narra che la spiaggia dei Maronti, sia l’unica ad essere “baciata dal sole” tutto l’anno. Motivo in più per il quale essa è così conosciuta ed amata, anche dai cittadini dell’isola.  

La spiaggia si trova in una frazione del comune di Barano d’Ischia, Testaccio, rinomata sin dai tempi antichi. La zona dei Maronti infatti, in passato, costituiva l’attracco principale per le barche provenienti da lidi vicini e lontani, e rappresentava un vero e proprio “porto commerciale”. Inoltre, ancora oggi, Testaccio, è ricordato per la presenza di un ospite illustre, il conte Giorgio Corafà, generale e viceré del regno borbonico delle Due Sicilie. Egli aveva acquistato una casa posta sulla stradina che prende il suo nome e che conduce direttamente alla spiaggia dei Maronti. Corafà raggiunse Ischia, per le cure termali e proprio al Testaccio morì all’età di 83 anni, nel 1775.

Ancora oggi, questa figura così importante, e storica, è ricordata in particolare modo per la costruzione di una strada che permettesse di scendere da Testaccio alla spiaggia dei Maronti. La strada fu costruita impiegando tantissime pietre vulcaniche, contornate da una fitta vegetazione.

Inoltre, sempre dal punto di vista storico, è importante ricordare che ai Maronti vi sono due delle più rinomate ed antiche sorgenti termali di Ischia, ossia l’Olmitello e Cava Scura (caratterizzata per la presenza di piccole vasche in cui potersi immergere a scopi terapeutici, concedendosi momenti di assoluto relax psicofisico).

Ricordiamo che la spiaggia dei Maronti, promontorio baciato dal sole, fino al tramonto, è un tratto di costa concesso dalla famiglia Aragonese ed in particolare di Federico agli ischitani, come ringraziamento della sua fedeltà nei confronti del nipote Alfonso.

Successivamente, col trascorrere del tempo, dopo varie vicissitudini, a partire dagli anni Sessanta, l’Amministrazione Comunale di Barano, ha contribuito a realizzare l’attuale strada, estremamente panoramica, e molto fotografata dai turisti che giungono da ogni parte del mondo, ogni anno, che da piazza Mar del Plata (Testaccio) conduce alla spiaggia dei Maronti.

La spiaggia dei Maronti è lunga 3 km ed è contornata da verdi colline, caratterizzate da una rigogliosa vegetazione, peculiarità dell’isola d’Ischia, chiamata anche “isola verde”. 

La grande spiaggia, che collega il comune di Barano al borgo marinaro di Sant’Angelo, nel comune di Serarra Fontana, prende il nome dall’intreccio paesaggistico di mare e monti. Odori e colori propri della montagna, a picco sul mare, tra tra more e il giallo vivo delle ginestre.