Spettacolo incredibile tra Leverkusen e Dortmund Ci si aspettava un match ricco di gol ed emozioni, ma la partita andata in scena alla BayArena ha superato le attese.

Che partita alla BayArena. Un ritmo incalzante e 90 minuti ricchi di emozioni e di reti. Un match pazzesco che termina con il risultato di 4-3 a favore dei rossoneri del Bayern Leverkusen.

La gara si sblocca alla mezz’ora di gioco con il bellissimo gol di Kevin Volland, ormai da anni bandiera di questa squadra. Ma è immediata la risposta dei “Die Borussen”: ci pensa il difensore tedesco Hummels a staccare di testa e ad insaccare la sfera in rete.

Dopo dieci minuti Emre Can lascia partire una conclusione dalla distanza che finisce alle spalle del portiere avversario. Con questa prodezza, risultato ribaltato e Borussia in vantaggio.

Ma negli ultimi istanti della prima frazione di gioco il solito Volland trafigge Burki per la seconda volta e riporta il risultato in equilibrio.

Nella ripresa si respira un’aria di tensione con le due squadre pronte a darsi nuovamente battaglia per ottenere un successo che risulterebbe fondamentale per entrambe le compagini.

Solita cavalcata di Hakimi sulla fascia destra, riceve palla il portoghese Guerreiro e insacca il pallone in rete. Terzo gol del Dortmund e quinto del match. Uno spettacolo pirotecnico sensazionale, dai cuori dei tifosi gialloneri fuoriesce un’enorme felicità.

Negli ultimi dieci minuti della seconda frazione di gara però arriva la reazione dei giocatori del Bayern che completano la rimonta compiendo una vera e propria impresa. Prima Leon Bailey, che infila il pallone nell’angolino basso con la porta spalancata; poi dopo un minuto, Lars Bender sfrutta un cross dalla sinistra e scodella il pallone in rete. I padroni di casa completano un’opera meravigliosa e vincono davanti al proprio pubblico.

Una partita da cardiopalma, piena di emozioni coni tifosi che al fischio finale non hanno trattenuto le lacrime. Ci sono alcune sensazioni che sono rese vive soltanto da alcuni eventi. Una partita del genere certamente rappresenta uno di questi.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories