25.8 C
Napoli
martedì, 5 Luglio 2022

Soldi falsi. Sequestro a Casalnuovo

Da non perdere

A Casalnuovo, in provincia di Napoli, un immobile industriale è stato trasformato in una zecca clandestina. Due ‘falsari’ sono stati arrestati, la loro dotazione era completa di presse, strumenti di precisione e clichè di conio.

E’ stata necessaria una complessa e delicata attività investigativa, ma alla fine i  finanzieri del comando provinciale di Napoli hanno provveduto al sequestro di una stamperia clandestina. La zecca era stata organizzata all’interno di un opificio e lì venivano prodotte monete e banconote false.

Sono stati arrestati due italiani in flagranza di reato, individuati attraverso le indagini dei militari della Guardia di Finanza del gruppo di Torre Annunziata e delle compagnie di Nola e Casalnuovo di Napoli, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nola. I due ‘falsari’, per non essere scoperti, trasportavano denaro falso occultandolo in doppifondi ricavati in autovetture prese in prestito. Alcuni commercianti acquistavano le banconote false pagandole metà del loro effettivo valore nominale. Oltre all’opificio e alle attrezzature, sono stati sequestrati anche 15mila euro in denaro falso.

image_pdfimage_print
Articolo precedenteBioingegneria del MIT
Prossimo articoloNuovi scavi a Case Bastione

Ultimi articoli