4shared
8.5 C
Napoli
mercoledì, 1 Dicembre 2021

Situazione drammatica in Germania: nuove restrizioni in atto

La Germania torna ad avere numeri alti per contagio, troppi i non vaccinati, si preannunciano nuove restrizioni obbligate.

Da non perdere

Situazione drammatica in Germania: torna di nuovo a tremare a causa dei contagi, troppi i non vaccinati che rendono la situazione drammatica.

Il numero che si legge in base ai dati registrati a spaventoso: la Germania registra 52.826 contagi solo nelle ultime 24 ore, mentre i decessi si aggirano intorno ai 300 circa.

La situazione pandemica in Germania è drammatica, per il virus è del tutto indifferente che il Paese abbia un governo reggente o nel pieno delle sue funzioni…” – afferma una preoccupata cancelliera Angela Merkel.

Il numero in continuo aumento e il conseguente aumento di posti occupati nelle terapie intensive non danno tregua allo stato; mai così tanti contagi in Germania dall’inizio della pandemia, l’incidenza settimanale è altissima : per 100 mila abitanti 319,5 casi contro i 312,4 del giorno precedente e i 232,1 di una settimana fa.

De facto lockdown

Nel mentre si preannuncia un provvedimento per quanto riguarda i non vaccinati, unica opzione possibile per non ritornare di nuovo alla chiusura totale di tutte le attività: a fronte dell’enorme numero registrato, si prospettano misure restrittive – “La limitazione dei contatti e la regola del ‘2G’ (ossia l’accesso solo a chi è immunizzato o guarito dal virus) in ampie parti significa de facto che si tratta di un lockdown per i non vaccinati. L’obiettivo è di “contrastare in maniera mirata lo sviluppo dell’epidemia che è molto diverso nelle diverse regioni, in pratica, si tratta di una riforma dell’attuale legge sulla protezione dalle infezioni “con una nuova base di diritto”, come sottolinea sempre Habeck, secondo il quale “non ci saranno più dei lockdown generalizzati che prescindano dalla distinzione tra vaccinati e non vaccinati”.

Inoltre le nuove misure previste nei piani resteranno in vigore fino al 19 marzo 2022, nell’ambito di una situazione fuori controllo.

La situazione non è migliore altrove:

Repubblica Ceca: sono stati  registrati  22.479 nuovi casi di covid nelle ultime 24 ore, il  dato più alto registrato nel Paese di 10,7 milioni di abitanti  dall’inizio della pandemia;

Ungheria: sono stati registrati 10.265 casi di covid nelle ultime 24 ore, il livello più alto dalla fine del marzo scorso;

Corea del Sud: sono stati registrati un 1.436 casi di covid nelle ultime 24 ore solo a Seul, mentre a livello nazionale sono stati registrati 3.187 casi dall’inizio della settimana.

Giappone: Per numero di contagi, la prefettura di Hokkaido è al primo posto con 35  casi, seguita da Tokyo (15), Osaka e Saimata (13) e Hyogo (12).

image_pdfimage_print

Ultimi articoli