Siti monumentali campani: 11 percorsi teatrali "Racconti per ricominciare" il titolo del progetto culturale

La Campania abbraccia un’iniziativa unica e dall’immenso valore culturale, dando una nuova visione di ben 11 siti monumentali della Regione. “Racconti per ricominciare” il titolo del progetto diretto da Giulio Baffi, presidente dell’Accademia delle belle Arti, e Claudio Di Palma, autore, regista, attore di teatro e docente. L’idea è di Vesuvioteatro.org, realizzata grazie alla partecipazione di 60 attori, 15 autori e 40 operatori. L’iniziativa si concluderà il 12 luglio.

Le location in cui avrà luogo lo spettacolo – sia letteralmente che metaforicamente – sono le seguenti: Il Palazzo Reale di Quisisana a Castellammare di Stabia e la Villa Fiorentino a Sorrento hanno fatto capolino per ultime alla già ricca lista che include il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, l’Orto Botanico della Reggia e Villa Fernandes a Portici, Villa Campolieto, Villa Favorita e Villa Signorini a Ercolano, Villa delle Ginestre a Torre del Greco, il Complesso Badiale Santa Maria del Plesco a Casamarciano e il Mulino Pacifico di Benevento.

Con gli artisti al centro della scena assieme a un piccolo gruppo di spettatori (30 al massimo) – che per l’occasione si “faranno tutt’orecchi”, trasmutando le parole di un celebre carme di Catullo – e la breve durata della performance -compresa tra i 15 ed i 60 minuti – , l’alternativa alla solita giornata stantia è servita.

I testi interpretati sono tratti dai classici ma anche da opere contemporanee ed inedite. Buzzati, Capuana, Gaber e Fo, ad esempio, coesisteranno al fianco di Andrei, Anselmo o Ascione, del tutto originali. Si cercherà inoltre di mantenere una continuità tra la scena d’eccezione che ospiterà platea e attore, ossia gli splendidi siti monumentali partenopei, e performance teatrale.

Giulio Baffi asserisce: “Crediamo che questo progetto, che ha avuto una immediata adesione, possa dare un piccolo ma dirompente segnale per superare i tempi eccezionali che stiamo vivendo, accompagnando il pubblico verso un ritorno ad una vita culturalmente attiva, diventando un’occasione di rinascita comune e di lavoro per un così importante numero di artisti”.

Print Friendly, PDF & Email

Giovane psicologa clinica laureatasi all'Università di Roma "La Sapienza" ed educatrice, appassionata di giornalismo e fotografia.

more recommended stories