Serie A. Il campionato più avvincente d’Europa

Ok
Seria A 28" giornata

Nel corso della 28A giornata del campionato di Serie A continua lo scontro tra le due capoliste che senza risparmiarsi si impegnano allo spasimo nel tentativo di conquistare la vittoria finale.

Juventus e Napoli, hanno infatti dato vita a un duello che non vede eguali in Europa e mantiene viva l’attenzione dei tifosi tutti, su chi alla fine riuscirà a spuntarla. Se non è il più bel campionato d’Europa è sicuramente quello più equilibrato è interessante. Alla stessa maniera anche la lotta per non retrocedere è arrivata ad un punto cruciale con 5 squadre, rispettivamente: Cagliari, Chievo, Crotone, Sassuolo e Spal, separate da appena due punti, a contendersi la posizione di privilegio, che consentirà loro la permanenza nella massima serie.

Nei risultati della giornata odierna, spicca la vittoria della Roma contro il Torino per 3 – 0. I Capitolini, dopo una prima parte di gara svogliata, hanno poi accelerato, domando il toro, con tre belle reti realizzate da Manolas con uno splendido colpo di testa in elevazione su cross di Florenzi. De Rossi realizza invece la rete del 2 a 0 al 73esimo, in spaccata che consente al capitano di realizzare la prima rete stagionale. allo scadere, al novantatreesimo, tocca invece a Pellegrini, servito da un assist splendido di Naingolan realizzare la rete del 3 – 0. La Fiorentina vince all’Artemio Franchi 1 – 0 contro il Benevento, con una rete simbolo di Vitor Hugo, proprio colui che ha sostituito lo sfortunato Astori, per il quale si è svolta una commovente commemorazione in campo. È toccato infatti, al giovane Vitor Hugo a realizzare la rete della Vittoria e Immediatamente dopo onorare la maglia del compianto Capitano, con un gesto di Cavalleria, applaudito dall’intero stadio. Commozione tra le fila di tutti i giocatori di entrambe le squadre.

Riprende invece la marcia per l’Europa, la giovane Atalanta, che  vince a bologna, al 83′ con De Roon, che  realizza la rete del Vantaggio, che consente ai Bergamaschi di espugnare il Dall’Ara di Bologna.

Bellissima, invece la gara disputata al Sardegna Arena, tra  Cagliari e Lazio terminata 2 – 2. Intensa è tiratissima, la partita che vede i Rossoblu andare in vantaggio al venticinquesimo con Pavoletti. Pareggia però  la Lazio al 35′ su una sfortunata autorete di Ceppitelli. Il Cagliari Però non demorde e sotto il tifo incessante dei propri sostenitori, realizza con Barella al 74′, su calcio di rigore, la rete che porta i sardi in vantaggio. Sembra finita ma così non è al 95esimo Infatti sull’ultima palla utile, Immobile su un cross in aeia realizza un gol capolavoro, con un colpo di tacco, che disegna un arco inaspettato, scavalcando il portiere e regalando in questo modo un pareggio inaspettato alla Lazio. Grandissima delusione per l’allenatore cagliaritano Lopez, che ha indicato nella sfortuna una serie di episodi che quest’anno hanno condizionato Il cammino dei Rossoblu. Felicissimo invece Inzaghi, che ha sottolineato lo spirito, mai domo dei suoi uomini.

Sorride invece il Crotone che allo Scida segna 4 reti alla Sampdoria.  Al 6′ e al 36esimo, Trotta con una doppietta, tramortisce la Sampdoria, che subisce al 23′ ancora con Stojan, sugli scudi  e all’85’ su autorete sfortunata di Silvestre la rete del 4 – 0. Di Zapata invece al settantesimo, la rete della bandiera doriana. Da segnalare al ventitreesimo un calcio di rigore per il Crotone, calciato da Trotta e parato da Viviano, che si conferma portiere para rigori. Non basta però questo per evitare la sconfitta ai blucerchiati e regalare invece un momento di soddisfazione alla squadra calabrese, che con la vittoria odierna compie un importante balzo in avanti che consente di recuperare terreno sulle inseguitrici, per la lotta alla retrocessione. Entusiasmo alle stelle per mister Zenga, che non ha potuto nascondere nelle interviste, la soddisfazione per il risultato ottenuto.

Altrettanto bella e avvincente, l’altra gara tra due squadre che lottano per la salvezza. Il Sassuolo infatti ospita la Spal, con i ferraresi, lesti ad andare in vantaggio al ventisettesimo con Antenucci, il Sassuolo pareggia però poco dopo su calcio di rigore al trentunesimo con Babacar. Al 46esimo si registra un calcio di rigore a favore del Sassuolo, con Politano, che dal dischetto sbaglia,  su parata di Meret. 1-1 che non ridimensiona però le possibilità per entrambe le squadre di riuscire nella impresa titanica di risalire la china.

Bellissimo anche il derby di Verona tra Hellas Verona contro il Chievo. passano i veronesi dell’Hellas che al 52esimo con Caracciolo si portano in vantaggio. Il Chievo non reagisce accusa invece il colpo ed esce stordito da una gara che purtroppo, lo risucchia nella corsa per non retrocedere. Respira invece Fabio Pecchia, sulla graticola per una serie di risultati negativi, ma che ha visto nella fiducia della dirigenza Veronese, ripagati tutti gli sforzi.

La Juventus passa invece in scioltezza in casa contro una spenta Udinese. Bastano due tocchi del ritrovato Dybala, al ventesimo e al quarantanovesimo, che  regalano la vittoria alla squadra bianconera. Da segnalare un calcio di rigore, calciato da Higuain ma parato dal portiere Udinese Bizzarri, al trentottesimo. Non basta però per fermare l’Armata juventina, che con la vittoria odierna, si rilancia al primo posto in classifica, in attesa della partita del Napoli contro l’Inter di questa sera.

Alle 18:00 tocca Quindi al Genoa giocare in casa contro il Milan è a terminare alle 20:45 Inter-Napoli.

 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO