4shared
5 C
Napoli
lunedì, 24 Gennaio 2022

Serie A. Prima giornata thriller per le Big

Da non perdere

Gaetano Mavilla
Collaboratore XXI Secolo. Maturità classica; laurea in Relazioni Internazionali; ama dare concretezza al suo genio scrivendo, che sia scrittura giornalistica o prosa da romanzo. Figura professionale duttile, con parecchie frecce al suo arco.

Comincia in modo davvero poco pronosticabile la stagione calcistica 2015-2016 di Serie A, con le ‘grandi’ che stentano e perdono i primi punti di un campionato che si profila quantomai incerto e livellato.

Thereau gela lo 'Stadium'
Thereau gela lo ‘Stadium’

Senz’altro la notizia di giornata è la sconfitta allo ‘Stadium’ dei campioni in carica della Juventus, che capitalono in casa al cospetto di un’Udinese tosta e mai paca: 0-1 il risultato finale, col gol di Thereau che arriva al minuto 78′. La partita d’esordio, giocata sabato alle 18.00, vedeva in campo la squadra che ai nastri di partenza, anche quest’anno, avrebbe conteso lo scudetto ai bianconeri, la Roma. A Verona i giallorossi trovano un pari che comunque non dispiace: dopo un primo tempo di marca romanista, nella ripresa sono i gialloblù a passare in vantaggio con Jankovic al minuto 61′; il pareggio, 5 minuti più tardi, porta la firma di Florenzi. Nell’anticipo serale la Lazio batte il Bologna per 2-1 e, in vista del ritorno del preliminare di Champions in Germania, mette in cassaforte i primi 3 punti del campionato: reti tutte nel primo tempo con Biglia al 17′ e il nuovo acquisto Kishna al 24′; accorcia Mancosu al 43′.

Sansone punisce gli azzurri al minuto 84.
Sansone punisce gli azzurri al minuto 84.

Domenica, ore 20.45, il primo turno si completava con Fiorentina-Milan a farla da big-match: chi credeva di trovare un Milan formato Mihajlovic lontano parente di quello opaco della scorsa stagione deve inchinarsi al cospetto della Fiorentina di Sousa che surclassa il Milan sin dai primi minuti. La partita finisce 2-0, con le reti di Alonso al 38′ e il raddoppio, su rigore, di Ilicic al 56′. Cade anche il Napoli di Sarri a Reggio Emilia contro il Sassuolo per 2-1: azzurri illusi dal vantaggio di Hamsik dopo appena 3′; il pareggio dell’ex Floro Flores arriva al 32′, mentre la beffa si concretizza al minuto 84′ e porta la firma di Sansone. Vince all’ultimo respiro l’Inter contro l’Atalanta, grazie al gol di Jovetic al 93′: 1-0. Passeggia in casa la Samp contro il neo-promosso Carpi: 5-2 (14′ rig. e 33′ Eder (S), 21′ e 30′ Muriel (S), 36′ Fernando (S), 37′ Lazzari (C), 88′ Matos (C)). Vince in rimonta il Torino di Ventura contro il Frosinone: vantaggio ciociaro al 7′ con Soddimo, pareggio di Quagliarella al 59′, mentre il gol vittoria porta la firma del nuovo acquisto Baselli al 64′. Brutta sconfitta in casa per l’Empoli contro il Chievo Verona: 1-3, col vantaggio dell’Empoli all’8′ con Saponara che illude i toscani; nella ripresa i clivensi ne fanno 3 con Meggiorini, Birsa e Paloschi tra il 55′ e il 64′. Finisce 1-0 Palermo-Genoa con il gol vittoria dei siciliani che arriva al 91′ grazie al nuovo acquisto El Kaoutari.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli