lunedì 15 Aprile, 2024
17.4 C
Napoli
spot_img

Articoli Recenti

spot_img

Serie A 36esima giornata: resoconto partite

Proseguono le partite di Serie A con la 36esima giornata di campionato.

Restiamo in attesa dei risultati di Roma-Salernitana che si giocherà oggi 22 maggio alle ore 18, e di Empoli-Juventus che si giocherà alle ore 20.45.

Serie A domenica 21 maggio 2023:

Udinese 0 – Lazio 1

Milan 5 – Sampdoria 1

Lecce 0 – Spezia 0

Cremonese 1 – Bologna 5

Napoli 3 – Inter 1

Torino 1 – Fiorentina 1

Sassuolo 1 – Monza 2

Atalanta 3 – Verona 1

Il Napoli Campione d’Italia batte l’Inter

Al Maradona succede tutto negli ultimi 23 minuti di partita più recupero.

Nel primo tempo gli azzurri ci provano due volte con Anguissa senza successo, ma al 41′ si ritrovano in superiorità numerica, grazie all’espulsione rimediata per doppia ammonizione da Gagliardini.

Nella ripresa i padroni di casa cercano subito il gol del vantaggio con Di Lorenzo e Kvaratskhelia, ma questo arriva solo al 67′, quando Zielinski imbuca per Anguissa, che gira in porta l’1-0.

Il Napoli continua ad attaccare e al 79′ troverebbe anche il raddoppio con il neoentrato Simeone, ma Marinelli annulla per un fallo di Zielinski su D’Ambrosio nella stessa azione.

Tre minuti dopo, allora, l’Inter trova un insperato pareggio con Lukaku, che sfrutta il cross basso di Dimarco e spinge in porta il pallone dell’1-1.

All’85’, però, Di Lorenzo riporta avanti i suoi con uno splendido sinistro a giro dai 20 metri.

In pieno recupero, al 94′, c’è spazio anche per il primo gol in Serie A di Gaetano, che in contropiede fissa il risultato sul 3-1.

Il Napoli Campione d’Italia sale a quota 86 punti in classifica e si prepara alla festa ufficiale dello scudetto il 4 giugno 2023.

Al tempo stesso però preoccupa il futuro di Spalletti.

I tifosi sono preoccupati per il probabile addio del tecnico di Certaldo, ritenuto l’artefice della cavalcata degli azzurri che ha portato al tricolore.

Ieri, in occasione della presentazione delle due medaglie celebrative per lo scudetto alla Zecca di Stato a Roma, il presidente De Laurentiis, che era in compagnia del capitano Di Lorenzo, non ha fatto chiarezza sulla riconferma del tecnico:

«È un fuoriclasse – ha detto a Sky – che deve trovare un field per esprimersi al meglio. Mi auguro ovviamente un suo futuro ancora nel Napoli, ma la libertà è un bene incommensurabile: non bisogna mai tarpare le ali a nessuno, come nessuno deve farlo con me. Per questo motivo ho mantenuto buoni rapporti con Mazzarri, con Ancelotti, con Reja e lo stesso Benitez. La cosa importante è essere grati».

Come dire: se il tecnico vuole andare via, non lo tratterremo.

Nel frattempo in conferenza stampa Spalletti ha dichiarato: “Non sto aspettando niente, è tutto chiaro, è tutto definito, c’è soltanto da dirlo e abbiamo convenuto con De Laurentiis di aspettare a dirlo. E’ tutto chiaro, Non vi inventate niente, non c’è stata nessuna trattativa, è tutto definito da quella cena. Siamo usciti con tutto a posto. Chi ha pagato il conto? Il presidente“.

 

Dora Caccavale
Dora Caccavale
Nata a Napoli (classe 1992). Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Autrice del libro "Lettere di Mattia Preti a Don Antonio Ruffo Principe della Scaletta" AliRibelli Editore. Organizzatrice di mostre ed eventi artistici e culturali. La formazione rispecchia il suo amore per l'arte in tutte le sue forme. Oltre alla storia dell'arte ha infatti studiato, fin da bambina, danza e teatro. Attualmente scrive per la testata XXI Secolo.