1

Sergio Assisi, il teatro vissuto da un napoletano

Sergio Assisi, figlio d’arte, fu inserito nel contesto artistico fin dai primi anni di vita. Fin da giovanissimo l’attore napoletano ha vissuto l’ambiente teatrale. Sua madre scriveva poesie in dialetto napoletano, mentre il padre ha vissuto alcune stagioni teatrali.

La passione per il teatro e la creatività di Sergio Assisi si manifestano a partire dai 10 anni, quando inizia a comporre racconti. Qualche anno dopo inizia a girare sketch . All’età di 16 anni debutta sul palcoscenico teatrale prendendo parte a piccoli spettacoli.

Assisi frequenta all’età di 20 anni l’Accademia d’arte drammatica di Napoli grazie ad una borsa di studio. Vincendo la promozione all’istituto accademico, l’attore napoletano consolida in modo definitivo la propria passione. Difatti inizia le collaborazioni con diverse compagnie teatrali della Campania.

Sergio Assisi si è distinto fin da subito dagli altri colleghi per la sua simpatia e professionalità. La sua duttilità interpretativa si è espressa soprattutto nei ruoli drammatici. L’attore napoletano è sicuramente completo dal punto di vista artistico. Egli con enfasi riesce a far proprio il personaggio e allo spettatore giunge quindi la sua bravura.

L’ecletticità di Sergio Assisi giunge allo spettatore quando lo si nota cambiare il ruolo interpretato. I generi teatrali affrontati dall’attore sono: la tragedia greca, la commedia e la sceneggiata napoletana.

Non mancano riconoscimenti sia teatrali che cinematografici. Sergio Assisi ha infatti ricevuto diversi premi tra cui il premio Giffoni.

Oggi Sergio Assisi è un celebre attore del panorama artistico italiano. È stato il protagonista in diverse serie tv ambientate in Campania. Una delle più celebri è sicuramente “Capri“, ove ha lavorato con la grandissima Isa Danieli. 

Assisi ha inoltre scritto diversi libri: “Spazza Napoli”, “San Giuseppe facci vincere lo scudetto fino al 3000”, “Strapazza Napoli”, “Quando l’amore non basta” e “Noi speriamo che ce la caviamo”.

Da regista ha prodotto il film “A Napoli non piove mai”.