11.7 C
Napoli
sabato, 26 Novembre 2022

Il seme della follia: dramma a Francavilla

È di queste ore, l’ennesimo dramma che ha coinvolto una famiglia italiana, questa volta di Francavilla a Mare (Chieti).

Da non perdere

Tutta la cittadina abruzzese sotto shock

Un uomo  intorno alle 13.00 ha preso per mano la sua bambina di dodici anni e l’ha portata su un viadotto dell’autostrada A14 per lanciarla nel vuoto e ucciderla, togliendosi successivamente la vita.

Uguale sorte è toccata alla moglie alcune ore prima. Un uomo normale, un manager, non un frustrato, un padre di famiglia, non un disadattato il cui nucleo familiare, dicono le testimonianze, di buoni principi e apparentemente senza nessun motivo che lasciasse presagire un’escalation così lucida, premeditante e folle.

L’uomo aveva perduto la madre tempo prima e probabilmente viveva un periodo di fatica esistenziale. Una vicenda questa, che pone mille interrogativi sulla salute mentale di persone, che sembrano a tutti gli effetti normali e al momento in cui “quel qualcosa” che garantisce l’equilibrio della psiche non si frantuma sotto i colpi di avversità, dolori e crisi di identità.

Interrogativi legati a possibili avvisaglie e comportamenti anomali da parte del soggetto, che prima di tutto sembra essere vittima di depressione, cosiddetto mal d’anima, che porta irrimediabilmente ad una perdita di interesse per tutte le cose della vita, anche quelle più importanti, anche quelle sacre, come può essere la famiglia.

 Malattia che grazie ad un corretto uso di farmaci e controlli adeguati e regolari di  professionisti , si può provare a rendere meno pericolosa, ma che se non diagnosticata o addirittura ignorata, in qualsiasi momento può deflagrare in comportamenti da scheggia impazzita.

Non si può non provare un dolore incommensurabile, nell’immaginare una scena nella quale un padre,  che guardando negli occhi una bambina, la sua bambina, le chiede di seguirlo, promettendole una bella sorpresa, la tiene per mano e sente il calore che quella mano emana, constata la fiducia che questa gli offre, come si offre un fiore e pensa di tradire quella fiducia, di falciare quel fiore come nemmeno il peggiore dei demoni potrebbe fare.

Un fiore nato dal seme della vita e distrutto da quello della follia.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli