25.8 C
Napoli
lunedì, 4 Luglio 2022

Il segreto dell’acciaio perfetto

Da non perdere

Sono state scoperte le cause che provocano le imperfezioni e le impurità nel processo che interessa la fusione dell’acciaio, nel momento delle relative colate: molto probabilmente si è aperta una strada che porterà alla creazione di acciaio perfetto, contemporaneamente alla possibilità di aumentarne la produzione, secondo una stima di almeno 50 milioni di lingotti l’anno con l’annesso risultato di lastre molto più robuste.

L’acciaio è una lega costituita da vari elementi e la problematica che si rileva nella sua attuale produzione è quella relativa al processo di solidificazione, in particolare strettamente legato alla distribuzione non uniforme di tali elementi, che crea discontinuità ed impurità. Direttamente dalla Cina la scoperta della causa del degradamento dell’acciaio durante le colate: nel caso di specie è stato osservato che le colate che si basano sui composti, costituiti pe lo più da ossigeno e da materiali più leggeri, comportano la produzione di un materiale fluido che causa una variazione della composizione durante il flusso.

Nella sperimentazione l’acciaio è stato adoperato fino a 650 tonnellate di peso ed è stato riscontrato che la relativa degradazione può essere glissata riducendo la quantità di ossigeno presente al suo interno: pertanto monitorando la quantità di ossigeno sarà possibile creare in futuro acciaio perfetto, migliore dal punto di vista qualitativo e quantitativo.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli