4shared
15.5 C
Napoli
giovedì, 15 Aprile 2021

Scuola, alto rischio di nuova chiusura senza tamponi

I presidi avvertono, in questo modo si rischia un nuovo stop per gli istituti scolastici 

Da non perdere

Christian Russo
Christian Russo, consulente legale, attore professionista, presentatore, speaker radiofonico, collaboratore presso XXI secolo.news

Scuola, alto rischio di nuova chiusura senza tamponi. È previsto per domani 7 aprile la riapertura delle scuole. Torneranno 5,3 milioni di studenti.

Nel dettaglio sei su dieci dall’asilo alle scuole superiori. Il problema organizzativo sarà tutti in aula o quasi con le solite abitudini e tutti i rischi connessi. Al momento non ci sono indicazioni specifiche per la soglia di sicurezza che deve essere alta.

All’interno degli istituiti oltre l’organizzazione didattica e le aule, vi è il problema dei trasporti pubblici che saranno sottoposti a rigidi controlli.

Il Ministro della pubblica istruzione ha contattato il ministero della Salute, per far sì che per ogni istituto scolastico sia adottata la stessa procedura.

Un alto rischio che i precedenti problemi della passata pandemia possano riproporsi di nuovo. I Presidi avvertono che così si rischia una nuova chiusura.

Oggi alla Camera dei deputati vi è stato il voto con la mozione di fiducia per riapertura di tutte le scuole. A causa delle tante mobilitazioni da parte del mondo della scuola.

Manifestazioni organizzate da un numero cospicuo di studenti, insegnanti e genitori. Ci si lamenta per il fatto che da un anno si chiede un cambio di rotta con apertura delle scuole sempre con attenzione a tutte le misure di sicurezza previste dalla legge.

Alla politica si chiede un impegno unanime da maggioranza a opposizione affinché si crei quella condizione di continuità che non vi è stata a causa della chiusura prolungata delle scuole.

La società civile e i rappresentanti delle varie categorie della scuola, chiedono al Presidente del consiglio Draghi e al Governo di essere ascoltati. Soprattutto si chiede una soluzione condivisa per risolvere al più presto la questione scuola.

I genitori e i professori fanno presente che i bambini degli asili e delle scuole elementari abbiano bisogno di tornare ad una normalità perduta.

Come sostengono i psicologi e assistenti sociali i bambini oltre a riprendere attività scolastica devono giocare all’aperto sempre rispettando le direttive relative alla sicurezza del Governo e della regione di appartenenza.

Ultimi articoli