24.5 C
Napoli
mercoledì, 5 Ottobre 2022

Sciame sismico nell’area flegrea: trema la Solfatara

L'Osservatorio Vesuviano riferisce che lo sciame sismico non si è ancora concluso ma non sono state rilevate altre scosse da stamattina e fortunatamente non sono stati provocati danni a persone o cose.

Da non perdere

A poco meno di tre mesi di distanza dal terremoto che ha colpito l’isola di Ischia, la terra in Campania torna a tremare. Proprio stamattina nella zona sud-ovest della Solfatara è imperversato uno sciame sismico di ben 9 micro-terremoti che sono stati avvertiti dalla popolazione.

Solo una scossa è stata più forte delle altre, quella registrata alle 9:31 che ha avuto il suo epicentro tra la zona Pisciarelli-Oasi degli Astroni a circa 1200 metri di profondità con un valore di magnitudo 1.3

L’Osservatorio Vesuviano riferisce che lo sciame sismico non si è ancora concluso ma non sono state rilevate altre scosse da stamattina e fortunatamente non sono stati provocati danni a persone o cose.

Proprio nei giorni precedenti c’era stata una manifestazione pubblica che ha visto partecipe il sindaco di Pozzuoli, Figliolia, ed Angelo Borrelli capo del dipartimento della Protezione Civile che ha tranquillizzato i cittadini ribadendo che “ogni sei mesi saremo in quest’area per monitorare la situazione ed aggiornare la comunità sui rischi. Non ci sono situazioni allarmanti al momento”.

Successivamente è intervenuto anche il presidente dell’Ingv –Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia-, Carlo Doglioni: “Al momento nella zona flegrea è riscontrabile un sollevamento del suolo che rientra nella norma e non ci sono motivi di allarmi. Questo sollevamento non deriva da fenomeni di recrudescenza come negli anni ottanta”.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli