3.7 C
Napoli
lunedì, 6 Febbraio 2023

La scelta della scuola superiore da frequentare

Il liceo musicale è una alternativa validissima per chi è appassionato di musica e vorrebbe trasformare la propria passione in un vero e proprio lavoro.

Da non perdere

La scelta del percorso di studi da intraprendere dopo le scuole medie, non è sempre facile, nella maggior parte dei casi i ragazzi scelgono per “seguire” i propri amici e non in base a preferenze personali.

Sicuramente per coloro che amano la musica, si potrebbe optare per un indirizzo di studio recente: il liceo musicale.

Un percorso di tipo liceale che offre solide basi culturali agli studenti, sia tecniche che pratiche e consente di “coltivare” la propria passione per la musica.

I licei musicali sono volti all’apprendimento tecnico e anche pratico della musica, oltre che allo studio del ruolo che la musica stessa riveste nella cultura e nella storia.

Il liceo musicale offre due indirizzi, uno musicale e uno coreutico. Sul territorio nazionale inizialmente erano presenti 40 sezioni musicali e 10 coreutiche. 

Chi sceglie il liceo musicale acquisisce padronanza di quelli che sono definiti i “linguaggi musicali” per quanto concerne: composizione, interpretazione, esecuzione e rappresentazione, maturando la necessaria prospettiva culturale, storica, estetica, teorica e tecnica.

Per accedere al liceo musicale è necessario superare una prova volta a verificare il possesso di specifiche competenze musicali.

Al termine dei cinque anni di studi lo studente diplomato avrà acquisito le specifiche  competenze musicali in tutti i suoi differenti aspetti, ovvero composizione, interpretazione, esecuzione e rappresentazione, oltre ovviamente allo studio teorico e storico.

Le materie studiate oltre a quelle canoniche, quindi: italiano, matematica, arte, storia, scienze motorie, scienze naturali, fisica, geografia, lingua straniera, religione, è ovviamente il canto, ma non finisce qui… chi si iscrive a questo indirizzo di studio può scegliere di imparare a suonare ben due strumenti musicali durante i cinque anni di liceo.

Una scelta importante e da non sottovalutare 

Tra le diverse discipline insegnate in un liceo musicale sono compresi laboratori di tecnologie musicali che ampliano nettamente l’apprendimento e le possibilità occupazionali una volta concluso il liceo ed ottenuto il diploma.

Ricordiamo che in passato il liceo musicale era spesso associato ai conservatori su piano regionale; oggi questa caratteristica è prerogativa di due soli casi nazionali, ossia i licei di Milano e Trento.

Per quanto concerne i licei musicali, nonostante siano largamente criticati, poiché nati subito dopo l’eliminazione dello studio della musica tra le materie delle scuole superiori, essi possono rappresentare una importante fonte di lavoro per gli studenti, in un momento di crisi del settore, nel quale i teatri e le orchestre sono spesso declassate a categorie di secondaria importanza.

Qualsiasi sia la scelta, è fondamentale fare ciò che racchiude le proprie passioni, senza lasciarsi influenzare da niente e nessuno, ricordando che nessuna scuola è inferiore ad un’altra. Il liceo musicale rappresenta una novità in Italia, ma non per questo è da considerare poco favorita o di scarsa importanza.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli