4shared
20.7 C
Napoli
lunedì, 27 Settembre 2021

Oplonti: molti altri tesori ancora da scoprire

Oplonti, altro gioiello archeologico

Da non perdere

Non solo Pompei ed Ercolano: anche la città di Torre Annunziata possiede il suo tesoro archeologico derivante dalla zona suburbana pompeiana di Oplontis.

Con 55784 visitatori nel 2017, il sito archeologico in questione è formato da una villa d’otium chiamata “di Poppea” o anche “villa A” e una villa rustica detta “B” o “di Lucius Crassius Tertius”.

La villa di Poppea, scavata nel 1968, risale al I secolo a.C. e si ritiene appartenesse a Poppea Sabina, moglie di Nerone. Ad oggi quella affiorata è solo la zona orientale.

La villa di Lucius Crassius Tertius fu recuperata nel 1974 e si ritiene una villa rustica: quando è stata scoperta, nella villa si trovavano circa 400 anfore probabilmente usate per la lavorazione dei prodotti agricoli e il trasporto del vino.

Dal 1997 anche gli Scavi di Oplonti fanno parte dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli