San Gregorio Armeno: tra culto, tradizione e devozione

San Gregorio Armeno
San Gregorio Armeno

San Gregorio Armeno è una delle strade più celebri e frequentate di Napoli; fulcro di tradizione, storia e cultura, da sempre amata non solo dai napoletani, ma anche dai tantissimi turisti che ogni giorno, soprattutto durante il periodo natalizio, vi giungono.  Via San Gregorio Armeno, è famosa infatti, per la presenza di numerose botteghe di artigiani, che realizzano le splendide statuine che compongono poi il presepe napoletano. 

Proprio grazie alla bellezza di San Gregorio Armeno, e alla bravura degli artigiani, anche quest’anno Napoli si conferma capitale europea della tradizione presepiale, con il suo cuore pulsante, come tappa irrinunciabile per i turisti.  L’arte presepiale che contraddistingue Napoli, nasce grazie alla bravura di vari bottegai ed artigiani, che nel tempo hanno saputo preservare la bellezza di un mestiere così antico.

San Gregorio Armeno racchiude tutto ciò, la bellezza dell’arte classica, intrisa di storia e cultura, ma anche la simpatia delle statuine attuali, che ritraggono i personaggi del momento, che siano personalità politiche, calciatori, conduttori, vip e quant’altro. Ogni anno, il presepe napoletano si rinnova, arricchendosi di nuovi elementi, grazie alla fantasia degli artigiani che lavorano con bravura e con una passione che non conosce tempo.

Una strada che abbaglia i molteplici visitatori provenienti da ogni parte dell’Italia e soprattutto dall’estero; San Gregorio Armeno cattura l’attenzione, inebriando grazie all’identità culturale, storica ed artistica che la contraddistingue. È facile perdersi nel vortice che va dal “personaggio dell’anno”, Nadia Toffa, per il 2019, al “Kit antisfiga”, passando per il cosiddetto e conosciutissimo “corno portafortuna”, che secondo quanto rivelano alcuni commercianti della zona, sta superando (in termini di vendite) Pulcinella, tipico della tradizione partenopea.

Una strada, “La Strada” della classicità natalizia napoletana, un tripudio di particolari, suggestione, bellezza e stupore. Si può affermare che, grazie ad un percorso culturale ricco di devozione popolare e atmosfera  (non solo natalizia, poiché le botteghe artigianali qui ubicate, ormai tutto l’anno realizzano statuine per i presepi, sia canoniche che originali) le luci su Napoli, sono sempre accese, sia d’estate che d’inverno. 

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories