San Giovanni in Laterano, ricostruzione in 3D

Ricostruita tramite la tecnica tridimensionale l'interno dell’arcibasilica di San Giovanni in Laterano, sita a Roma. Riportata all'aspetto originale tramite il 3D, si mostra com'era ai tempi di Costantino.

L’arcibasilica di San Giovanni in Laterano, sita a Roma, è stata da sempre considerata come la prima costruzione al mondo di una basilica e cattedrale.

Recentemente è stato attuato un progetto di ricostruzione in 3D degli interni della stessa per mostrare come essa si presentava ai tempi della propria edificazione, cioè sotto l’impero di Costantino I.

Il progetto è nato dalla collaborazione dell’università di Newcastle, Firenze, Amsterdam con i Musei Vaticani, ed è stato recentemente portato a termine

Esso prevede la ricostruzione in 3D degli interni dell’edificio, al fine di rendere noto il proprio aspetto originale. L’edificio, sorto sui terreni donati dall’Imperatore Costantino I a Papa Milziade, nel 310-31, è stato inaugurato nell’anno 313, anno dell’editto di Milano, grazie al quale la religione cristiana si affermava come religione ufficiale dell’impero nei territori dell’Impero d’Occidente e d’Oriente.

Dedicata, fino al 324, al Redentore era talmente splendida da essere definita Basilica Aurea
Della struttura originale oggi non restano che poche mura, site presso le Mura Aureliane, e pochissimi altri tratti ora internari nell’attuale cattedrale di Roma.

La Basilica ha subito ben quattro interventi di ristrutturazione, di cui l’ultimo avvenuto per mano del Borromini nel XVII secolo.

Le università hanno quindi studiato l’evoluzione della struttura abbozzando un modello tridimensionale della prima versione della basilica.

“C’è una vasta area sotto il Laterano attraverso cui è possibile camminare. I resti archeologici si trovano su diversi livelli, del quale il più profondo è a 8,5 metri dalla superficie odierna del terreno. Per accedere ad alcuni degli spazi abbiamo lavorato con un gruppo chiamato Roma Sotterranea, specializzata nel lavorare in siti sepolti. In alcuni spazi era necessario far ruotare le squadre di tecnici ogni mezz’ora perché altrimenti si rischiava di soffocare“, come spiegato dal professore Ian Haynes, Co-Direttore del Lateran Project nonché Professore di Archeologia presso l’Università di Newcastle.

Per la costruzione della cattedrale, nel IV secolo, Costantino commissionò la demolizione integrale del Castra Nova, Nuovo Forte, quartier generale militare edificato dall’Imperatore Settimio Severo oltre un secolo prima.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO