4shared
5 C
Napoli
lunedì, 24 Gennaio 2022

Salute, il rapporto tra Ddt e autismo

Secondo uno studio finlandese, l'esposizione al Ddt durante la gravidanza potrebbe essere una delle maggiori cause che portano alla nascita di bambini autistici

Da non perdere

Il Ddt (sigla per para-diclorodifeniltricloroetano) è stato uno dei primi insetticidi moderni più conosciuto e usato.

Inizialmente usato per sconfiggere la malaria e le zanzare che ne provocavano la diffusione, si pensava, nonostante la tossicità per gli insetti, fosse innocuo per l’uomo.

Questo prodotto viene poi ritenuto pericoloso anche per l’uomo e viene bandito in Italia, come anche in altri paesi che ne facevano uso.

Nonostante l’insetticida fosse stato bandito, i suoi effetti hanno comunque continuato a mostrarsi negli anni successivi.

Secondo uno studio fatto dai ricercatori della Columbia University e dell’Università di Turku, le donne che sono state esposte a questo insetticida o che ne hanno alti livelli nel sangue, durante la gravidanza, sono maggiormente esposte al rischio di dare alla luce bambini affetti da autismo.

Lo studio, pubblicato dall’American Journal of Psychiatry, è stato fatto su più di un milione di donne finlandesi a cui, durante la loro gravidanza, tra il 1987 e il 2005, sono stati prelevati campioni di sangue.

Durante lo studio, 778 mamma con figli affetti da autismo e altre con le stesse caratteristiche ma con figli non affetti da autismo, sono state isolate e studiate.

Dallo studio condotto dai ricercatori, l’autismo con disabilità intellettuali si duplica nelle donne maggiormente esposte e quindi con alti valori di Ddt nel sangue; mentre si eleva di un terzo la condizione di autismo in generale.

Il ricercatore Alan Brown, autore principale dello studio, afferma:” Spesso pensiamo che queste sostanze siano relegate al ventesimo secolo. Sfortunatamente sono ancora presenti nell’ambiente, e possiamo trovarli nei nostri tessuti e nel nostro sangue.

Va inoltre sottolineato che i risultati:” Indicano un’associazione tra il diserbante e l’autismo ma non dimostrano la causalità.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli