Salmone affumicato: Attenzione c’è il rischio listeria

Secondo un’accurata ricostruzione il marchio tenuto sotto indagine sarebbe quello della Hova Fine Foods Aps, un prodotto distribuito e venduto in larga scala nella catena di supermercati Esselunga, ad attirare l’attenzione sarebbe stata una vaschetta di 200 gr che è stata emessa dallo stabilimento di Muizas Ieaza, nel comune di Adazi in Lettonia, con il codice identificativo 0777-022 e la data di scadenza 07/03/2019.
Il ministro della salute Giulia Grillo, non appena ha appreso la notizia, ha subito raccomandato di riconsegnare la merce con il seriale preso in esame, ai rispettivi front office della nota catena commerciale.
Non è il primo caso o il primo prodotto ritenuto potenzialmente dannoso alla nostra salute, infatti navigando sul sito del Ministero Della Salute e scorrendo sulla voce Sicurezza Alimentare, comparirà una lista lunga circa 29 pagine di beni alimentari richiamati ad ulteriori test microbiologici, chimici e allergenici.
In Italia il settore di competenza che provvede direttamente ad informare i propri clienti sulla non conformità riscontrata e riscontrabile negli alimenti prende il nome di (OSA), quest’ultimo deve prendersi l’incarico di scrivere mediante cartellonistica e da apporla all’ingresso o negli scaffali di pertinenza, con lo scopo di tenere aggiornato il cliente sui maggiori beni di natura alimentare che possono essere soggetti a contaminazione.
Inoltre uno dei principali portali a cui i consumatori possono fare affidamento è Il Fatto Alimentare, infatti dal 1 gennaio 2019 ci sono stati circa 18 richiami, per un totale di 46 prodotti più una revoca.
La nota marca di salmone pertanto si è scusata pubblicamente per non aver visionato con accortezza tutto il processo caratterizzante la messa sul mercato del prodotto e in più in sede si effettueranno, maggiori controlli onde evitare problematiche di questo genere.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories