4shared
18 C
Napoli
martedì, 19 Ottobre 2021

I saldi mascherati

Da non perdere

Raffaele Della Rotonda
Collaboratore XXI Secolo.

Adusbef e Federconsumatori, con una nota, hanno invitato le amministrazioni ad aprire ufficialmente la stagione dei saldi senza attendere il 3 gennaio, anche perché, con alcuni artifici ed in maniera celata, gli esercenti di mezza Italia già hanno iniziato a praticare prezzi scontati, con offerte personalizzate inviate tramite sms o a mezzo mail. Inoltre, aspettare l’inizio dei saldi stabilito il 3 gennaio significherebbe, per i commercianti, perdere il periodo propizio in cui vi è ancora aria di festa e i turisti sono ancora in giro per le città.

“Se fossimo un Paese razionale potremmo evitare di avere una settimana di limbo in cui nessuno compra in attesa della data fatidica”, dichiarano i presidenti di Federconsumatori e Adusbef.

Non è dello stesso avviso Codacons, il quale sostiene che anticipare i saldi è del tutto inutile e  non influirebbe in alcun modo sugli acquisti degli italiani, visto il periodo di crisi.

In ogni caso, salvo cambiamenti improvvisi, i saldi invernali 2015 seguiranno il seguente calendario:

  • Abruzzo 3 gennaio – 5 marzo;
  • Basilicata 2 gennaio – 2 marzo;
  • Calabria 3 gennaio – 5 marzo;
  • Campania 2 gennaio – 31 marzo;
  • Emilia Romagna 3 gennaio – 5 marzo;
  • Friuli Venezia Giulia 3 gennaio – 31 marzo;
  • Lazio 3 gennaio – 15 febbraio;
  • Liguria 3 gennaio – 18 febbraio;
  • Lombardia 3 gennaio – 3 marzo;
  • Marche 3 gennaio – 1 marzo;
  • Molise 3 gennaio – 5 marzo;
  • Piemonte 3 gennaio – 28 febbraio;
  • Puglia 3 gennaio – 28 febbraio;
  • Sardegna 3 gennaio – 5 marzo;
  • Sicilia 3 gennaio – 15 marzo;
  • Toscana 3 gennaio – 5 marzo;
  • Umbria 3 gennaio – 5 marzo;
  • Valle d’Aosta 3 gennaio – 31 marzo;
  • Veneto 3 gennaio – 28 febbraio.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli