16.7 C
Napoli
sabato, 3 Dicembre 2022

Ritrovata dopo anni a Vivara, l’anacamptis coriophora

un'altra specie floreale va ad arricchire l'isolotto incontaminato di Vivara, che rappresenta una vera e propria Riserva Naturale dello Stato.

Da non perdere

La famosa orchidea Anacamptis coriophora, meglio conosciuta come “orchidea cimicina”, oppure “cimiciattola”, è stata ritrovata a Vivara, grazie al professore Costantino D’Antonio, che la cercava da un pò di tempo, pur avendo individuato le aree dov’essa si “nascondeva”.

Sono serviti ben dodici anni ma alla fine ne è valsa la pena, l’orchieda Anacamptis coriophora, meglio conosciuta come “orchidea cimicina”, oppure “cimiciattola”, è stata ritrovata a Vivara, grazie al professore Costantino D’Antonio.

L’orchidea Anacamptis coriophora è una pianta erbacea bulbosa perenne, alta da 10 a 40 cm con fusto eretto e foglie basali a rosetta.

L’orchidea di cui si fa menzione, afferma il professore D’Antonio, “appartiene alla sottospecie fragrans, riconoscibile anche dal caratteristico intenso odore di vaniglia; questo fiore è sempre attorniato da insetti impollinatori, come il coleottero”. Inoltre, l’Anacamptis coriophora oltre al piacevole profumo, è conosciuta soprattutto per la propria bellezza, e le cromie ricche di sfumature, di cui è caratterizzata.

 

Dunque, Vivara si arricchisce di una nuova specie, che si aggiunge a quelle già esistenti e proprie di una riserva naturale; infatti, è da sottolineare che sono molti gli studiosi che osservano le specie naturali presenti sul territorio, esistendo una vera e propria riserva naturale dello Stato. Dopo aver condotto un controllo approfondito su tutte le specie floreali presenti sul territorio, si è giunti ad una classificazione delle specie di interesse che contraddistinguono e arricchiscono Vivara.

Per quanto concerne l’orchieda Anacamptis coriophora, il professor D’Antonio ammette di essere alla ricerca di una nuova specie, già da molto tempo, e infatti dopo ben dodici anni, è venuta alla luce questa fantastica specie floreale, tra le più belle e profumate, capaci di conquistare sia l’animo dei coltivatori esperti, sia quello dei coltivatori poco esperti.

La nuova specie scoperta a Vivara va ad arricchire ulteriormente un territorio incontaminato, un’isola piccola ma colma di bellezze  naturali; l’isolotto di Vivara infatti, rappresenta una delle principali mete naturalistiche d’Italia. Vivara è attualmente disabitata ed è una riserva naturale statale.

 

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli