4shared
12.8 C
Napoli
giovedì, 27 Gennaio 2022

Ritorno sui banchi dopo le festività natalizie: si pensa a rinvio

La risposta del Presidente De Luca all'ipotesi di escludere dalla didattico in presenza i bambini no-vax

Da non perdere

Si è espresso nelle ultime ore il presidente della Campania Vincenzo De Luca sul ritorno in classe degli studenti al ritorno dalle festività natalizie.

Queste le sue dichiarazioni :  “Nel quadro attuale di diffusione del contagio fra i giovanissimi, mi parrebbe una misura equilibrata e di grande utilità il semplice rinvio del ritorno a scuola.

Prendere 20/30 giorni di respiro, consentirebbe di raffreddare il picco di contagio, che avrà a gennaio probabilmente un’altra spinta, e di sviluppare la più vasta campagna di vaccinazione possibile per la popolazione studentesca”.

Nel comunicato rilasciato sulla pagina ufficiale della Regione Campania si legge inoltre il parere del Governatore sulla possibilità di impedire la didattica in presenza ai bambini no-vax, relegandoli alla didattica a distanza. Una misura che il presidente De Luca ha definito:  “tanto odiosa e discriminatoria, quanto ingestibile”.

L’idea di rinviare il ritorno in classe è sicuramente spiacevole, ma misure di contenimento in questo momento così delicato della pandemia vanno adottate nell’interesse di tutti.

La polemica sulla scuola ai va ad inserire in una già ampia pagina di discussione e malcontento portata avanti dal presidente della Regione Campania negli scorsi giorni sulle misure prese dal governo per contrastare la variante Omicron. Tali misure sono state definite da De Luca poco chiare, poco incisive e soprattutto tardive. La scuola è quindi solo un piccolo tassello governativo di un puzzle più grande e complicato per cercare di contrastare in modo efficace il dilagare del virus tenendo conto delle esigenze di ogni territorio. Un territorio il nostro che, il presidente De Luca ha più volte sottolineato, partiva già in svantaggio e che con orgoglio ha tenuto duro in questi due anni.

Si ricorda però che negli scorsi giorni il Ministro della pubblica Istruzione, Bianchi, aveva sottolineato la piena volontà del governo di riportare in classe i ragazzi, come previsto da calendario scolastico, il prossimo 10 gennaio, garantendo continuità ai ragazzi in piena sicurezza.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli