4shared
15.5 C
Napoli
giovedì, 15 Aprile 2021

Ride or Die: film Netflix dal 15 aprile

"Ride or Die" racconta la storia di due donne che scappano, ma non sanno dove dirigersi. Una è Rei, l'altra è Nanae.

Da non perdere

Giovedì 15 aprile 2021, sulla piattaforma Netflix uscirà il film “Ride or Die”.

Dunque, la pellicola è in particolare un dramma giapponese.

“Ride or Die” racconta la storia di due donne che scappano, ma non sanno dove dirigersi. Una è Rei, l’altra è Nanae.

Rei aiuta Nanae, la donna di cui è innamorata da anni a scappare dal marito aggressivo e rabbioso.

Durante la loro fuga, il vecchio sentimento ritorna a galla e le due donne si trovano presto alle prese con sentimenti incompatibili.

Rei e Nanae si erano conosciute al liceo e lì Rei aveva iniziato a provare sentimenti per la sua amica.

Le due donne, poi si rincontrano dopo dieci anni e Rei aiuterà l’amica a fuggire dal marito violento.

Quando Rei vede dopo dieci anni la sua amica Nanae è senza parole nel vederla piena di lividi, a causa delle violenze subite dal marito.

Dopo varie situazioni, Nanae costringerà l’amica innamorata a uccidere il marito per amore.

Pertanto, dopo l’assassinio partirà la fuga delle due donne, che non sapranno dove andare.

Inoltre, si ricorda che “Ride or Die” è diretto dal celebre regista giapponese Ryuichi Hiroki. Tra i suoi film, spiccano:

  •  Vibrator,
  • L’amant,
  • Girlfriend: Someone Please Stop the World,
  • It’s Only Talk,
  • Tokyo Love Hotel
  • Marmalade Boy.

In questa pellicola,  Kiko Mizuhara interpreta Rei, mentre Honami Sato è nei panni di Nanae.

A tal proposito, si evidenzia che la Mizuhara è celebre per i ruoli in: Norwegian Wood e nel live-action L’attacco dei giganti: il film – Parte II – Le ali della libertà.

Mentre, si sottolinea che la Honami ha recitato in:

  • nelle serie tv Daughter Of Lupin e Angels,
  • in White,
  • nel dramma Sexual.

Infine, si specifica che il regista giapponese Hiroki ha diretto “Ride or Die” da una sceneggiatura di Nami Sakkawa,  che eè stata adattata dal romanzo “Gunjō” di Ching Nakamura.

 

Ultimi articoli