4shared
7.7 C
Napoli
mercoledì, 19 Gennaio 2022

Report: inchiesta sulla pizza

Da non perdere

L’inchiesta sulla pizza, mandata in onda ieri nella prima puntata di Report, ha destato molto interesse e polemiche. Milena Gabanelli ha presentato il reportage, Non bruciamoci la pizza, di Bernardo Iovene, che da Napoli a Roma, da Milano a Firenze, ha intervistato pizzaioli ed analizzato in dettaglio la genuinità di uno dei pasti più apprezzati dagli italiani.

Sotto inchiesta i forni sporchi, che andrebbero puliti ogni tre infornate, poiché con i fumi e la farina carbonizzata, annerirebbero il fondo della pizza: quella farina bruciata infatti contiene elementi cancerogeni, che vengono ingeriti dal consumatore. Si passa poi all’analisi degli ingredienti: prevalgono le farine lievitate male e piene di glutine, oli di colza conservati in fusti trasparenti, formaggi importati dall’estero, pizze surgelate spacciate per prodotti freschi e lievitazioni della pasta inadeguate. Infine, anche le scatole della pizza da asporto conterrebbero composti chimici capaci di contaminare il prodotto.

Lo scenario appare dunque molto poco confortante: molte le critiche degli spettatori, che denunciano al programma di aver dipinto un quadro più cupo di quanto non sia in realtà. Un reportage a tratti troppo critico ed allarmista, dove ciò che fa più rabbrividire un telespettatore napoletano doc, più che gli ingredienti di bassa qualità, sono le cosiddette ‘pizze’ milanesi o romane, sempre più simili ai grassi surgelati americani che alla regina dei menù italiani.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli